Cartellino verde? Platini vede la pallanuoto e pensa al “bianco”

Cartellino verde? Platini vede la pallanuoto e pensa al “bianco”

 

La novità – Una delle novità del nuovo campionato cadetto è l’introduzione del “cartellino verde”, già utilizzato dai direttori di gara nei campionati giovanili.Il cartellino verde vale come una sorta di nota di merito nei confronti di chi, ad esempio, interrompe un’azione o un’occasione da gol per soccorrere un avversario infortunato,evitare le simulazioni e riconoscere d’aver commesso un fallo.Ogni segnalazione “positiva” verrà annotata dall’arbitro sul proprio referto sottolineando il fair-play e la correttezza dell’atleta. Gli atleti che rientreranno nella “green list” verranno premiati al termine del campionato, anche se non si conosce ancora l’entità dei premi.

L’idea di Platini– Nella pallanuoto, in caso di fallo semplice, il giocatore finisce nel ‘pozzetto’ durante l’azione avversaria lasciando la propria squadra in inferiorità numerica. Dopo tre espulsioni “temporanee” l’atleta deve lasciare la piscina. Platini, forse amante del settebello, ha pensato una cosa del genere per rivoluzionare il mondo del calcio. L’idea è proprio quella del cartellino “bianco” che consentirebbe ai direttori di gara di sanzionare i calciatori con atteggiamenti ai limiti del regolamento con un’espulsione temporanea per dieci minuti. Dopo il cartellino giallo, il rosso e quello verde, è in arrivo anche il bianco, pronto a rendere il gioco del calcio ancora più entusiasmante.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy