Cavaliero si allontana dalla Sidigas

Cavaliero si allontana dalla Sidigas

Daniele Cavaliero (foto scandonebasket.it)
Daniele Cavaliero (foto scandonebasket.it)

La Sidigas Avellino potrebbe perdere uno dei protagonisti dell’ultima stagione: Daniele Cavaliero. La guardia triestina è pronta a dire addio al club biancoverde, valutando le numerose offerte provenienti dagli altri club. Sulle tracce del numero diciotto del cestista friuliano ci sarebbero la Grissini Bon Reggio Emilia, il Banco di Sardegna Sassari e l’Acqua Vitasnella Cantù.
A spingere Cavaliero (legato da un altro di contratto con la società irpina) verso l’addio ci sarebbero motivazioni di natura economica. Fonti vicine al giocatore parlano di ritardi nel ricevimento delle ultime tre mensilità da parte del sodalizio di contrada Zoccolari. Un comportamento che sarebbe stato poco gradito dall’ex Scavolini Pesaro che lo spingerebbe a valutare, insieme al suo procuratore Riccardo Sbezzi, le altre offerte per la prossima stagione.  La Grissini Bon è intenzionata a rafforzare il suo settore guardie in vista sia della partecipazione all’Eurocup sia di un possibile addio di Rimas Kaukenas, la cui riconferma non appare del tutto scontata. Alla ricerca di un esterno ci sono anche l’Acqua Vitasnella Cantù e il Banco di Sardegna Sassari. La prima deve far fronte alle numerose partenze in seguito all’eliminazione nei quarti playoff contro l’Acea Roma: dal playmaker Joe Ragland fino a Pietro Aradori, attratto dalle sirene spagnole dell’Acb.
In Sardegna, invece, coach Sacchetti deve trovare un’alternativa a Travis Diener, prossimo al ritiro. E Cavaliero potrebbe rappresentare una valida soluzione. Nel frattempo gli uomini mercato della Sidigas si sono ritrovati a Treviso, location in cui rimarranno sino a lunedì per visionare i talenti più interessanti dell’Adidas Eurocamp.
Nevola e De Paola hanno avuto un incontro con Massimo Iacopini, agente di Othello Hunter, pivot attualmente in forza alla Montepaschi Siena e già ricercato nella scorsa sessione di mercato etiva. La trattativa è in salita dato che la volontà del giocatore è partecipare alle Coppe Europee. Un breve summit c’è stato anche con un membro dello staff che fa capo a Stefano Meller, procuratore di Jeremy Richardson.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy