Da Campbell a Ongwae, la Scandone si affida al made in Usa nei playoff

Da Campbell a Ongwae, la Scandone si affida al made in Usa nei playoff

Il prodotto di ULM University pronto a conquistarsi un posto nei playoff

Il keniota Tylor Ongwae  sarà il secondo innesto nella storia dei playoff per la Sidigas Avellino. Giocatore dalla gran efficacia in avvicinamento al canestro (ha tirato con oltre il 40% nelle ultime due stagioni al College di Ulm) che sopperisce ad una mano non particolarmente pungente dalla lunga distanza.
Chiara la scelta dello staff tecnico di puntare su un giocatore duttile capace di ricoprire più di un ruolo sul parquet. Nei primi allenamenti che il classe ‘91 sosterrà  ci sarà l’occasione per vedere all’opera questo elemento che per adesso è da con siderarsi una sorta di polizza assicurativa.
L’unico innesto per la Scandone prima di una post season risale alla stagione 2007-2008 (primi playoff della storia biancoverde) quando in Irpinia approdò Marcus Campbell.  Pivot di 213 centimetri per 127 chilogrammi di peso, venne firmato il 3 aprile 2008, gioca otto partite tra campionato e spareggi scudetto con 4,6 punti e 2,5 rimbalzi di media.  La sua ultima esperienza risale al 2013 con la canotta degli uruguaiani del Bohemios.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy