Da Tufano a Cervi, la Scandone torna a parlare italiano sotto le plance

Da Tufano a Cervi, la Scandone torna a parlare italiano sotto le plance

Aspettando che inizi la preparazione coi compagni, Riccardo Cervi sarà come noto il pivot titolare nel quintetto che coach Pino Sacripanti ha in mente per la Sidigas Avellino. Il centro ex Reggio Emilia avrà in Irpinia la possibilità di confermare quanto di buono fatto vedere in maglia Grissini Bon Reggio Emilia, cercando di migliorarsi.

L’ultima volta che ad Avellino c’era stato un centro tricolore risale alla stagione 2005- 2006 quando a campionato in corso arrivò a dar man forte sotto canestro il veterano Max Monti, voluto fortemente dall’allora coach Andrea Capobianco, che coi ha giocato la sua ultima stagione in massima serie dopo le annate a Milano, Fortitudo Bologna e Virtus Roma.

Prima di Monti,  a calcare i legni del PaladelMauro era stato Michele Maggioli. Il centro pesarese ha vissuto due parentesi con la Scandone. La prima nella stagione della promozione in serie A, la seconda nel 2003-2004 allenato da Zare Markovski. 5,5 la sua media punti col 55,7 % da due.

Sfogliando l’almanacco, altri due pivot che hanno difeso il pitturato avellinese in serie A sono stati Giacomantonio “Tonino” Tufano  nel 2000/2001, uno dei riconfermati dopo la precedente stagione coincisa con la promozione dall’A2.  Nel terzo ed ultimo anno di gestione Dalmonte arrivò Lorenzo Di Marcantonio che collezionò 23 presenze con la De Vizia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy