De Cesare alla Gazzetta dello Sport: “Non drammatizziamo sull’attuale momento. Comportamento di Thomas ingiustificabile”

De Cesare alla Gazzetta dello Sport: “Non drammatizziamo sull’attuale momento. Comportamento di Thomas ingiustificabile”

Gianandrea De Cesare
Gianandrea De Cesare

Invocato da tifosi e non solo per far chiarezza sul momento che sta vivendo la Sidigas Avellino, Gianandrea De Cesare, Amministratore Delegato e Vicepresidente della squadra fa il punto della situazione con le seguenti dichiarazioni rilasciate quest’oggi alla Gazzetta dello Sport: “Premesso che, senza sottrarmi, altre persone sono più vicine di me alla squadra, come Sampietro, Malzoni e Nevola, posso ammettere che non siamo entusiasti di questa posizione di classifica nella quale siamo ancorati da due anni, fallendo l’accesso alla Coppa Italia e ai playoff – dichiara l’Ingegnere De Cesare che prosegue – Malgrado tanti sforzi e le esperienze del passato, non riusciamo a migliorare. La delusione a Reggio Emilia è stata cocente, però ora vi sono 15 partite da giocare nelle quali, senza proclami e con un profilo basso, dovremo riscattarci. Non c’è nulla da drammatizzare e non deponiamo le armi, sperando di invertire la rotta”. Il massimo rappresentante biancoverde spiega anche gli ultimi sviluppi sul caso Hardy: “In tal senso al più presto, non oltre fine gennaio, pagheremo Hardy per poi fare quegli aggiustamenti fisiologici che non dovranno stravolgere l’assetto della squadra, ma migliorarlo”. E Su Will Thomas, finito sul banco degli imputati per il comportamento prima della gara con la Grissin Bon spiega: “Il suo comportamento non ha nessuna motivazione e ha sorpreso i compagni e persino i propri familiari: si è intestardito senza alcuna giustificazione, compresa quella economica che non esiste. Purtroppo ha un carattere introverso con poco dialogo e di sicuro prenderemo i giusti provvedimenti disciplinari perché un tale episodio non può passare liscio”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy