Dopo Bechi anche Griccioli paga a caro prezzo il ko con la Sidigas

Dopo Bechi anche Griccioli paga a caro prezzo il ko con la Sidigas

Commenta per primo!

Dopo la sconfitta casalinga di ieri contro la Sidigas Avellino, la Betaland Capo d’Orlando ha interrotto il rapporto di collaborazione con il capo allenatore della prima squadra Giulio Griccioli. “La società – si legge in una nota – desidera ringraziare coach Griccioli per l’impegno, la professionalità e la dedizione mostrate durante la sua permanenza a Capo d’Orlando e gli formula i migliori auguri per il suo futuro”. La decisione presa dal presidente Enzo Sindoni è maturata nella tarda serata dopo la gara di ieri ed è derivata dalle riflessioni sulla crisi di risultati avuta nell’ultimo periodo dalla squadra, ultima in classifica assieme a Torino con soli 8 punti in 14 giornate. “Il difficile momento attraversato della squadra – dichiara il presidente della Betaland Capo d’Orlando Enzo Sindoni – mi ha spinto a prendere una decisione che non potevo rinviare per provare a riprendere il cammino del progetto creato e portato avanti quest’anno da tutte le componenti della società. Tanto per la qualità mostrate nello svolgere la professione quanto per le indiscusse qualità umane, interrompere il rapporto professionale con Giulio Griccioli è una cosa mi dà dispiacere, ma fare tutto quanto sia possibile per salvare l’Orlandina è la mia assoluta priorità”. Coach Griccioli ha debuttato in Serie A con l’Orlandina il 12 ottobre 2014 in occasione di Orlandina-Pistoia e vanta adesso 44 panchine in Serie A.  Nella stagione scorsa ha raggiunto con la squadra la salvezza con quattro turni di anticipo il 12 aprile 2015 vincendo nel turno casalingo con Brindisi. Il gruppo della prima squadra sarà affidato a coach Gennaro Di Carlo, promosso al ruolo di capo allenatore dal presidente Sindoni. “Gennaro Di Carlo sarebbe stata la mia prima scelta anche l’estate scorsa se coach Griccioli avesse scelto di andare via – afferma Sindoni – La sua competenza e il suo entusiasmo, uniti alla profonda conoscenza della squadra e dell’ambiente di Capo d’Orlando, rappresentano la base che ci garantirà di raggiungere l’obiettivo salvezza”. Coach Di Carlo, 42 anni, che sarà coadiuvato nel lavoro dagli assistant coach David Sussi e Jorge Silva Suarez,

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy