Dopo Schiavon, tocca a Togni? Ai posteri l’ardua sentenza

Dopo Schiavon, tocca a Togni? Ai posteri l’ardua sentenza

Commenta per primo!

La rescissione di Eros Schiavon era nell’aria, quella di Togni sembrava cosa fatta. Per quanto riguarda il buon Eros, forse non tutti si aspettavano questo amaro epilogo, amaro per come è arrivato. Distorsione alla caviglia o meno, poteva servire a questo Avellino eccome. Lo stesso Tesser mise il veto alla sua cessione alla Spal durante l’inizio del mercato, evidentemente ci avrà ripensato…

Dopo questo inizio traballante di stagione dove a centrocampo è il solo Arini a portare la croce e a caricarsi la squadra sulle spalle, Eros poteva dare quel contributo che i vari Bastien, Jidayi, D’Attilio non danno proprio al massimo, vuoi per condizione, vuoi per tasso tecnico-tattico. L’Avellino ora a due caselle vuote in lista dopo aver dato il ben servito a Togni escluso. Chissà se anche il brasiliano, che vive da separato in casa scatterà l’ora X, l’ora della rescissione contrattuale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy