E’ già Sidigas mania: boom abbonamenti, Pesaro il primo ostacolo della stagione

E’ già Sidigas mania: boom abbonamenti, Pesaro il primo ostacolo della stagione

I novecento abbonamenti sottoscritti in quattro giorni sono il segnale della voglia di pallacanestro che si respira in città ed in provincia. Ed allora l’attesa sta per terminare. Domani alle 18:15 la parola passerà al parquet del PaladelMauro, teatro della sfida tra Sidigas Avellino e Consultinvest Pesaro.  La Scandone inaugurerà il suo sedicesimo campionato in serie A, provando ad invertire il trend che la vede perdente in quattordici degli ultimi quindici precedenti.  L’unico sorriso arrivò l’11 ottobre 2009 proprio contro Pesaro che si arrese in territorio irpino per 88-77. Coach Sacripanti è stato prudente alla vigilia della gara ma si è complimentato con la propria squadra per come ha lavorato intensamente in questo mese e mezzo di attività agonistica.  Che la Sidigas non arrivi al 100% della condizione ma al 75% come dichiarato in settimana da Riccardo Cervi è un dato plausibile. La Scandone dovrà dare fare attenzione alle giovani promesse biancorosse che avranno il compito di dover raggiungere un altro traguardo difficile, quello della salvezza per la terza stagione consecutiva. Diverse le scommesse: dal centro canadese Walker agli esterni Christon,  Lacey, McKissic, Shelton fino alla panchina italiana composta da Basile, Ceron, Solazzi, Candussi e Gazzotti. In Irpinia farà il suo ritorno Marco Aloi che con la Scandone ha maturato ben due esperienze in periodi diversi (stagioni 2008-2009 e 2013-2014) prima nel ruolo di responsabile marketing e successivamente come Direttore Operativo. Sfida da ex anche per lo stesso tecnico degli avellinesi Sacripanti che in riva all’Adriatico è stato il primo coach dopo il ritorno in serie A. Favorevoli agli ospiti i precedenti in cui si contano ben quindici affermazioni biancorosse contro le tredici dei lupi. Due anni fa l’allora Vuelle di Dell’Agnello riuscì, un pò a sorpresa, nell’impresa di portare a casa i due punti.  Prima del match, infine, verrà osservato un minuto di silenzio sia per il professore Lello Giannattasio (su placet della Fip) sia per Gigetto Valentino, figure storiche della Scandone del passato scomparse durante l’estate.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy