A Gennaio inizierà un nuovo torneo, operare bene sul mercato la giusta medicina

A Gennaio inizierà un nuovo torneo, operare bene sul mercato la giusta medicina

Si sa all’apertura del mercato tutte le società, sia quelle che occupano la zona alta della classifica, sia quella bassa vanno a caccia dell’affare low cost.. Nelle ultime gestioni tra i cadetti, l’Avellino ci aveva abituato all’affare last minute, ovvero andava a caccia dello svincolato, seppur di lusso, ma lo ingaggiava soltanto all’ultimo giorno, all’ultimo minuto del mercato. In alcuni casi, invece, il sodalizio irpino non comprava neanche quello.

La serie B di oggi è tutt’altra storia. Non è quella a 24 squadre, gestione Casillo, a ventidue con quella Pugliese, oggi i lupi sono in corsa per l’obiettivo salvezza, e anche di più. Per quello, il club deve operare nell’immediato senza aspettare. Patron Taccone ha dichiarato che già alla ripresa ci saranno i volti nuovi (Ciano e Decarli?) Se sarà così avrà mantenuto la sua parola e finora tolto qualche intoppo legato a nomi estivi lo ha fatto alla grande.

Cambierà il campionato di tutti: la Juve Stabia ha messo tutta la rosa sul mercato, la Reggina cerca disperatamente cinque giocatori, il Crotone tre pedine di esperienza, a Terni con il ribaltone tecnico e con una squadra forte tutto può succedere. Ci saranno investimenti grossi a Brescia, Pescara e Spezia. Le certezze Palermo ed Empoli. Ecco perchè il buon De Vito deve lavorare sotto traccia per regalare a mister Rastelli le ultime pietre del mosaico. Pietre che non dovranno squilibrare l’armonia che regna nello spogliatoio biancoverde. Staremo a vedere se già dal prossimo weekend ci saranno le prime ufficializzazioni in casa Avellino

Radio mercato: Herrera, Dia e De Vito andranno con molte probabilità in Lega Pro. Sulla via dell’ex terza serie c’era fino a qualche giorno fa anche Angiulli, ma le due bellissime prove, prima a Reggio, poi con il Padova hanno fatto riflettere mister Rastelli. Un altro, calciatore che resterà in bilico tra la permanenza e la cessione è Emiliano Massimo. Capitolo a parte per il pitone Biancolino, l’Aversa Normanna dell’amico Molino preme per averlo e con Di Vicino come compagno di reparto farebbe faville. Infine, Galabinov. Il Pescara preme per averlo e già ha intensificato i contatti con il Livorno di Spinelli. Secondo indiscrezioni, gli abruzzesi avrebbero offerto in cambio un calciatore che tanto piace al patron amaranto, ma difficilmente il bulgaro lascerà l’Irpinia. La volontà del club irpino è quella di strappare una comproprietà con la società labronica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy