Grinta e personalità: è una Scandone che fa già innamorare

Grinta e personalità: è una Scandone che fa già innamorare

11 ottobre 2009 – 4 ottobre 2015. La storia si ripete per la Sidigas Avellino che torna a festeggiare una vittoria alla prima giornata di campionato a distanza di sei anni dall’ultima volta. La corsa lungo il parquet della squadra a salutare il pubblico del PaladelMauro è la scena che racconta lo stato emozionale di una squadra e società che voleva cominciare col passo giusto quella che è stata definita “la stagione del riscatto” da patron De Cesare in una serie di interviste rilasciate la scorsa settimana.

I primi quaranta minuti della stagione hanno offerto un aspetto interessante: la maturità in campo dei giocatori. Per quanto i lupi siano un roster profondamente rinnovato (l’unico riconfermato è il solo Giovanni Severini), la Scandone ha saputo contenere le folate offensive avversarie, nate da contropiedi e dai tiri di McKissic (una spina nel fianco) concessi dalla retroguardia casalinga che non ha mancato di erigere un vero e proprio muro nel secondo quarto con le braccia infinite di Riccardo Cervi che hanno obbligato gli esterni marchigiani a dover modificare le rispettive parabole.

L’importante era vincere e sfatare la tradizione negativa che vedeva Avellino sconfitta in quattordici dei quindici precedenti. I due punti fanno morale alla luce delle difficoltà che hanno contrassegnato l’avvicinamento al sedicesimo torneo di fila dei biancoverdi in serie A. I voli in contropiede di Nunnally, le triple di Taurean Green ad inizio del match hanno accantonato in un angolo il pour parler estivo.

Coach Sacripanti ha riproposto l’esperimento già visto in Germania, lanciando in quintetto contemporaneamente Green e Blums. Il lettone deve ancora entrare a pieno regime nei meccanismi di gioco ma i suoi sei punti nella terza frazione hanno permesso di respingere una Consultinvest sprofondata sul – 12 (59-47) insieme ad un James Nunnally in serata di grazia sia da lunga distanza sia a distanza ravvicinata.

Conferme sono arrivate da Taurean Green il cui inizio è stato in ascesa con due triple nei primi  nove minuti di utilizzo che lo candidano a leader di un gruppo che potrà contare sull’esperienza di Alex Acker la cui esperienza si è fatta sentire nella parte centrale dell’incontro quando Pesaro è riuscita a mettere il naso avanti in più di una circostanza.

L’entusiasmo della “prima” permetterà ai giganti irpini di riprendere domani la preparazione con delle certezze in più in vista di un probante doppio impegno che vedrà la Sidigas prima far visita alla Grissini Bon Reggio Emilia e successivamente ospitare l’EA7 Milano nel posticipo della 3° giornata.

Col successo di domenica la società di contrada Zoccolari confida di impennare anche il numero degli abbonamenti, arrivati a quota novecento lo scorso sabato. Sarà possibile recarsi alla biglietteria della Sidigas.com in contrada Vasto ad Avellino sino al venerdì dalle 8:30 alle 12:30 mentre la fascia pomeridiana verrà riservata alle giornate del martedì e giovedì dalle 15 alle 17. Altro punto vendita allestito è l’azienda Vemati sita in Torrette di Mercogliano (orario 9- 19 sino a sabato). Per la stampa dei biglietti il botteghino del PaladelMauro osserverà i seguenti orari:lunedì e martedì dalle 10 alle 13 mentre di pomeriggio sarà possibile il martedì, mercoledì e venerdì dalle 16 alle 19.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy