I Due Principati blindano il primato. Domato anche lo Spartacus

I Due Principati blindano il primato. Domato anche lo Spartacus

Commenta per primo!

Terza vittoria consecutiva, anche questa arrivata con il punto di bonus, che conferma il Rugby Due Principati in testa alla classifica del torneo di serie C2 del raggruppamento campano/molisano, dopo le prime tre giornate di campionato. 22-10, il verdetto emesso dal parco Manganelli di Avellino, quattro mete contro due, che ha visto la franchigia irpino/salernitana, dapprima soffrire nella prima parte della gara, poi rimontare e quindi a leggittimare, riuscendo a domare gli ostici ragazzi dello Spartacus Caserta, che erano riusciti a portarsi in vantaggio per ben due volte, chiudendo la prima frazione di gara sul 5-10. Il seconde centro Marino, tra i migliori dei suoi, aveva pareggiato al 31′ la meta iniziale degli ospiti. Nella ripresa i Principi, hanno iniziato a giocare in maniera più fluida ed ordinata, riuscendo ad innescare le frecce a disposizione nella propria faretra, dimostrando di meritare la vetta della classifica, pareggiando prima con De Angelis, passando in vantaggio con Leo, chiudendo la contesa con Salvarezza, unico atleta ad andare in meta in tutte e tre le gare, capocannoniere della squadra, con quattro centri. Iannaccone, oggi impreciso dalla piazzola, distanze siderali e vento a sfavore non hanno giocato dalla sua parte, è riuscito a trasformare solo uno dei sei calci a disposizione. A fine gara, il direttore tecnico dei verde/granata: Maurizio Cascone, pur spendendo parole confortanti per i suoi ragazzi, non è rimasto pienamente soddisfatto della condotta di gara espressa : ” Anche oggi, così come col Campobasso, abbiam regalato quasi un tempo agli avversari, così non va bene, quando incontreremo squadre più esperte e determinate, non ci permetteranno certo di rimontare. I ragazzi hanno, un approccio alla gara, fin troppo soft, in settimana, insieme al mio staff, proveremo a lavorare anche su questo – ha poi continuato apprezzando la reazione della squadra, bacchettando ancora i suoi, per non aver giocato, come richiesto – In settimana, avevamo preparato la partita, in maniera diversa, avendo assenze pesanti in mischia (De Luca, Miraglia, Crispino e Ferraro)conoscendo la compattezza del pack casertano, ci eravamo imposti di giocare al largo, per sfruttare al meglio le caratteristiche della nostra linea dei 3/4, non sempre ci è riuscito, specialmente nel primo tempo, poi nella ripresa, quanndo i ragazzi si son prodigati a farlo, la musica è cambiata e abbiamo vinto la partita – ha infine concluso ricordando i prossimi impegni – domenica arriverà il Rugby Vesuvio, giocheremo ancora in casa, abbiamo il dovere di continuare a premere sull’accelleratore, per rimanere nei piani alti della classifica e confermare quanto di buono fatto finora; gli allenamenti continueranno al Vestuti, mercoledì e venerdì sera, vedremo se aggiungere una seduta aggiuntiva, giovedì ad Avellino”. La partita, iniziata con quindici minuti di ritardo, per un ritardo di alcuni atleti di Terra di Lavoro, è stata diretta dal sig. Paracuollo della sezione di Napoli, davanti ad un centinaio di spettatori, terreno in buone condizioni, in una giornata soleggiata. Cascone, ed il suo staff ( i tecnici Mernone e Romeo, oggi impreziositi anche dall’aiuto di Caliano, ed il Presidente Sbozza) oltre all’assenze sopra elencate in mischia, devono rinunciare anche ad Accomando, Izzo e Attanasio, recuperano però, capitan Zizza e Pericolo, facendo debuttare Della Rocca e nel finale anche A. Ruggiero, recuperato definitivamente dagli infortuni, al ginocchio prima, alla spalla poi. E’ proprio il tallonatore battipagliese Della Rocca a far compagnia in prima linea a De Angelis e Sellitto, D’Ardia e D. Ruggiero sono in seconda, Zizza invece passa in terza con i collaudati Balsamo e Salvarezza, Cafasso al solito a comandare la mischia, Leo all’apertura, i due centri: Maglio e Marino, le due ali:D’Arco e Pericolo, Iannaccone estremo. L’inizio è di marca ospite, che prova ad affondare i colpi, con il robusto pack di mischia, senza però creare grossi patemi ai padroni di casa; le migliori occasioni per sbloccare il risultato, capìtano sui piedi di Iannaccone, al 4′ e al 6′, l’estremo irpino ci prova dalla piazzola ma il vento a sfavore, impedisce all’ovale di raggiungere i pali. Quindi è la volta di Marino, innescato da Maglio, che all’11’ prova una delle sue sgroppate, fermato dopo una fuga di trenta metri, sui cinque finali. Nel miglior momento dei locali, lo Spartacus di mister Paolisso, oggi nel duplice ruolo di allenatore/giocatore, cambia inerzia al match, da una rimessa laterale (touche) dai ventidue, fanno partire un carrettino, che ferma la sua corsa solo dopo la fatidica linea bianca, sulla sx del rettangolo, il calcio a seguire non ha buon esito, 0-5 al minuto numero sedici. La reazione dei Principi, non si lascia attendere, gli attacchi finalmente diventano più incisivi, aiutati anche da qualche irregolarita degli avversari, che rimangono in quattordici per dieci minuti, al 21′ proprio per un giallo combinato a Paolisso. Si assistono a ripetute azioni di sfondamente, dove Zizza&company, clamorosamente non riescono a segnare, ignorando duplici, a volte anche triplici superiorità, preferendo estenuanti lotte, corpo a corpo. Al 31′ ci vuole una invenzione di Leo, per rimettere in pareggio i conti, l’estrosa apertura battipagliese, fa partire un calcetto a scavalcare dal centro verso la dx, Marino, è il più lesto di tutti a capire la giocata, intercettando l’ovale e schiacciando in meta, seconda stagionale per il giovane combattente salernitano, Iannaccone ci prova, per il più due, senza alcun risultato. 5-5. Il pareggio, non scuote dal torpore la truppa del Presidente Sbozza, che si concede un’altra pausa nei minuti finali della frazione, la mischia casertana ha la meglio, in un punto d’incontro nei cinque metri di casa, attaccano sulla sx, dove c’è spazio, e la seconda meta di giornata è cosa fattta, calcio non trasformato, il primo tempo si chiude sul 5-10. Cascone, nell’intervallo striglia i suoi a dovere, predicando più concentrazione e maggior pressione, pur avendo cambi a disposizione, non effettua nessuna modifica. La squadra sembra reagire alle indicazioni del sanguigno tecnico salernitano, stazionando nei ventidue avversari, i frutti della mole di lavoro, vengono raccolti al 5′, quando il granitico pilone De Angelis, prova un pick and go, con il sostegno di tutta la mischia, demolando l’intera difesa ospite, sulla sx, Iannaccone ancora in difetto con la mira, non trova i pali, 10-10. Questa volta, la band di Cascone, non si concede amnesie, anzi riacciuffato il pareggio, sembra determinata a cercare la vittoria, l’ennesimo fallo di anti gioco, costa un nuovo giallo ai rossoblu casertani, al 10′, al 15′ invece arriva il primo cambio, De Angelis, eletto man of the match dal d.t. getta la spugna, il dolore alla spalla che ha condiviso non gli consente di continuare, Lombardi prende il suo posto in prima linea. Al 26′ arriva la meta del meritato sorpasso, è Balsamo che si sgangia da una mischia guadagnando metri su metri, il corallino viene anche abbattuto, ma riesce a rialzarsi, prima di servire l’accorrente Cafasso, il mediano smista a Leo che buca la difesa, ancora sulla sx, prima meta stagionale per l’interessante apertura battipagliese, ancora troppo distante la posizione, Iannaccone non riesce, 15-10! I Principi ci credono, vogliono la quarta meta, che gli consentirebbe di conquistare il punto aggiuntivo, riescono a confezionarla al 30′, trasmissione dell’ovale finalmente perfetta, dal mediano di mischia al secondo centro Marino, che inserisce il turbo trovando un varco sulla sx, Salvarezza capisce tutto e lo tallona, assist al bacio, che il possente atleta mugnanese raccoglie e va a depositare in mezzo ai pali, quarta meta stagionale per lui. Iannaccone in drop, trasforma senza problemi, 22-10. Cascone ordina quattro cambi, per far rifiatare qualche uomo in debito di ossigeno, Console al 31′ sostituisce D’Ardia, Iannaccone lascia il posto ad Elietto(36′) D’Arco ad Illiano(36′) Maglio, positiva ancora una volta la sua prestazione, per A. Ruggiero(37′). Lo Spartacus prova a segnare almeno un’altra meta per conquistare almeno un punticino, che tutto sommato sarebbe anche meritato, ma questa volta la retroguardia di casa decide di non regalare null’altro, al 39′ giallo per Balsamo, finisce così, 22-10. I Due Principati si confermano primi in classifica.

Formazione: 15 Iannaccone(36’s.t. Elietto) 14 Pericolo 13 Marino 12 Maglio(37’s.t. A. Ruggiero) 11 D’Arco(36’s.t. Illiano) 10 Leo 9 Cafasso 8 Salvarezza 7 Zizza 6 Balsamo 5 D’Ardia(31’s.t. Console)4 D. Ruggiero 3 Sellitto 2 Della Rocca 1 De Angelis(15’s.t. Lombardi).

Mete: 31p.t. Marino, 5’s.t. De Angelis, 26’Leo, 31’Salvarezza

Calci: Iannaccone 6(1)

Gialli:39’s.t. Balsamo

Man of the match: De Angelis

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy