Il match del Paladelmauro il primo atto di una lunga battaglia per il terzo posto

Il match del Paladelmauro il primo atto di una lunga battaglia per il terzo posto

Avellino e Cremona attese da un percorso ad ostacoli nelle prossime quattro giornate

Così  simili, così diverse. Sidigas Avellino e Vanoli Cremona sono le squadre che renderanno interessante questo scorcio finale di stagione regolare prima dell’avvio dei playoff. La distanza di due punti in classifica tiene aperti i giochi per la conquista del terzo posto che consentirebbe di evitare lo spauracchio Emporio Milano in una ipotetica semifinale scudetto. In questo  momento la formazione allenata dall’ex Pancotto può godere di un minimo vantaggio in graduatoria che, tuttavia dovrà provare a proteggere nell’anticipo di domenica mattina al PaladelMauro. Se Avellino riuscirà a far sua l’intera posta in palio, le restanti tre partite potrebbero rappresentare un minicampionato nei restanti centoventi minuti di regular season con ogni gara che rappresenterà un appuntamento da non poter fallire. Mettendo a confronto i percorsi che attendono il team irpino e quello lombardo, non mancano le cosiddette insidie che potrebbero spuntare da dietro l’angolo. Archiviata la pratica Cremona, la Scandone dovrà concentrare le proprie attenzioni sul derby in programma sempre di domenica mattina al PalaMaggiò di Caserta.  Emozioni e clima da sfida nella sfida, la Pasta Reggia ha necessità di metter in cascina punti che potrebbero consentire di chiudere il discorso salvezza in maniera anticipata oltre a centrare un bis di successi quantomai insolito contro la Sidigas. Contemporaneamente Cusin e compagni ospiteranno la Openjobmetis Varese che al pari di Caserta avrà le stesse motivazioni di permanenza in massima serie. La penultima giornata rappesenterá il decisiso spartiacque qualora la Siidgas dovesse rispettare il pronostico casalingo contro la Betaland Capo D’Orlando, squadra del momento dopo aver battuto proprio domenica scorsa l’EA7 Milano che il 24 aprile riceverà la Vanoli in uno dei tanti derby lombardi della serie A. In caso di ko cremonese, Avellino arriverebbe il 30 aprile alla trasferta di Venezia con due possibilità di centrare il terzo posto: espugnare il PalaTiercio oppure perdere e sperare che i diretti concorrenti facciano lo stesso. In caso di arrivo a pari punti si valuterà la differenza canestri negli scontri diretti. Nel caso in cui Avellino riuscisse a ribaltare domenica prossima il -6 maturato al PalaRadi, allora arrivare a pari punti in classifica con Cremona potrebbe rivelarsi una soluzione indolore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy