“Il sogno è una Sidigas in finale ma prima prendiamoci il secondo posto”

“Il sogno è una Sidigas in finale ma prima prendiamoci il secondo posto”

Il Presidente Sampietro non si nasconde: “Non temiamo nessuno nei playoff”

“Al secondo posto ci crediamo perché è la squadra e tutta la nostra tifoseria che lo merita. Non abbiamo posto più limiti. L’ambizione non manca, contiamo di fare i playoff, giocandoceli da protagonisti.” Le parole del Presidente Giuseppe Sampietro descrivono qual è in queste ore successive al successo su Capo D’Orlando  il pensiero diffuso in casa Sidigas Avellino che certa della terza posizione in classifica dovrà compiere l’ultimo sforzo confidando anche nella fortuna ovvero che Reggio Emilia perda la terza partita consecutiva nel turno casalingo contro Reggio Emilia il 4 prossimo 4 maggio: “E’ l’unica nota negativa riguardo la corsa al secondo posto. Questo fatto della differenza canestri ci penalizza ma ci proveremo fino in fondo perché adesso l’appetito vien mangiando.”

Il girone di ritorno dei biancoverdi è stato a dir poco soddisfacente: dal match d’andata contro la Betaland la Scandone ha conosciuto in una sola circostanza la parola sconfitta: “La trasferta di Torino ha rappresentato un incidente di percorso ma che non mette in secondo piano quanto di buono fatto in questo straordinario girone di ritorno. I ragazzi sono rimasti sul pezzo e sono riusciti a dimostrare tutte le loro qualità.”

I ventitré punti iscritti a referto da Ragland rappresentano la ciliegina sulla torta di un percorso di crescita da parte del cestista americano: “E’ evidente che con gli inserimenti di Green e Ragland è cambiata completamente la stagione. Il valore è indiscutibile. Il giudizio del campo ci sta dando ragione sulle nostre scelte.”  Sampietro chiude la porta ad altri possibili inserimenti cosiddetti “last minute” negli ultimi giorni col termine per i tesseramenti fissato per giovedì 5 maggio: “La campagna acquisti è chiusa. Ongwae si sta ben integrando e me ne parlano bene del suo impatto negli allenamenti. Speriamo di vederlo presto all’opera in partita.”  Il massimo dirigente biancoverde si associa a quanto affermato da coach Sacripanti in merito alla possibile avversaria nei playoff: “L’una vale l’altra: le prime otto sono tutte delle validissime formazioni. Dovremo giocare con lo stesso spirito chiunque essa sarà.”

La possibilità di lottare per il secondo posto fa da ciliegina sulla torta ad una stagione dal cammino completamente diverso rispetto al recente passato segnato da così tante delusioni: “La società e la proprietà, in primis De Cesare, meritano queste soddisfazioni per l’impegno e gli sforzi profusi. Il patron non sta nella pelle di poter vedere la Sidigas giocare i playoff. Il  sogno è una Sidigas in finale.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy