La gara d’andata merita vendetta: Cervi vuole la sua rivincita contro Pittman

La gara d’andata merita vendetta: Cervi vuole la sua rivincita contro Pittman

Il centro della Sidigas è uno dei giocatori più in forma del momento, il bolognese un vero “bulldog” del pitturato

La gara d’andata contro l’Obiettivo Lavoro ha rappresentato senza dubbio una delle peggiori prestazioni stagionali della Sidigas Avellino, priva in quella circostanza di un vero e proprio specialista in cabina di regia vista l’assenza di Taurean Green per infortunio e la spalla dolente di Janis Blums. A distanza di un girone, i biancoverdi sono pronti a prendersi la loro rivincita e proseguire la rincorsa al terzo posto.

Anche Riccardo Cervi vuole consumare la propria “vendetta” sportiva: il pivot reggiano si troverà nuovamente di fronte Dexter Pittman, considerato da tutti il vero centro della serie A coi suoi 216 centimetri d’altezza e i centotrenta chili di peso che rappresenteranno un fattore a cui lunghi avellinesi dovranno trovare il giusto antidoto. All’andata il nativo di Rosenborg fu top scorer dell’incontro con 20 punti e 10 rimbalzi frutto di un 8/10 da due punti che spianarono la strada della vittoria ai felsinei.

Osservando il successivo cammino, Cervi è stato protagonista di una crescita esponenziale sorpattutto in termini di impatto e di presenza giustificato dall’arrivo in fase di regia di Green e Ragland che hanno saputo valorizzare le doti del centro reggiano facendolo diventare un centro che può provare a spostare gli equilibri visto, rispondendo coi fatti a chi lo considerava un giocatore poco duro. Ripetersi anche domenica contro il pari ruolo bolognese decreterebbe la definitiva crescita per il n.14 irpino

Non ha bisogno, invece, di lezioni su come intimidire Dexter Pittman che proprio contro la Scandone ha realizzato una delle sue due migliori performance stagionali (i 24 punti contro Reggio Emilia restano il suo season high). Come noto l’ex Miami Heat tre estati fa rifiutò l’offerta della Sidigas Avellino per tentare l’esperienza oltreoceano.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy