“La scorsa stagione dovrà essere un ulteriore stimolo per la Sidigas, Torino possibile outsider”

“La scorsa stagione dovrà essere un ulteriore stimolo per la Sidigas, Torino possibile outsider”

Sacripanti presenta il primo match di campionato: “A Milano si è dato il giusto lustro alla tifoseria biancoverde”

Rivivere l’entusiasmo dello scorso anno. Una lezione da cui vuol ripartire la Scandone di coach Sacripanti in vista del debutto di domenica pomeriggio contro Torino. La consapevolezza per quanto fatto nell’ultima stagione dovrà essere una responsabilità da sfruttare al meglio. Ed il coach della Sidigas lo rimarca nella prima conferenza della stagione: “E’ un record per questa società giocare due finali in sette mesi. E’ stata una crescita bellissima e va dato merito a tutti. C’è una grande considerazione da parte di tutti ed è un bel messaggio per l’intero movimento cestistico. Non nascondo che alla luce di tutto ciò c’è un minimo di delusione per la finale persa con Milano sebbene abbia un roster senza pari in Italia. Adesso viene il bello ovvero confermarci a questo livello dopo lo scorso anno. Dobbiamo continuare il nostro lavoro senza darci dei limiti, far crescere i nostri americani che sono nuovi per il nostro campionato oppure gli stessi Fesenko, Cusin o Zerini. Non nascondo un certo piacere nell’aver visto tante persone fare le file ai botteghini per gli abbonamenti e ringraziarci per quello che abbiamo fatto.  Ci auguriamo di vincere la partita con Torino di domenica: c’è stato qualche problemino per Fesenko, una sorta di assestamenti nel raggiungere la vera condizione. Mi auguro che i giocatori confermati continuino a tracciare la strada dell’entusiasmo e realizzare qualcosa di importante. Abbiamo davanti una responsabilità enorme che vogliamo condividere con la proprietà e tutti i tifosi. Mi auguro ci sia un tutt’uno tra squadra ed i nostri supporters.”

Sacripanti ricorda anche il bel gesto  di domenica scorsa da parte della tifoseria milanese (leggi qui) al termine della finale di Supercoppa persa contro l’EA7: “La simpatica tifoseria milanese ha dato un gran riconoscimento a quella biancoverde, dimostratasi la migliore in Italia nello scorso campionato. Non è da tutti ricevere questo apprezzamento tenendo conto che nei miei riguardi non sono stati sempre carini.”

La Fiat Torino è un’avversaria da non sottovalutare per gli investimenti: “Torino ha tante potenzialità. Dobbiamo perfezionare gli ultimi dettagli. In tarda serata parlavo con Nevola e mi diceva che tutte le squadre hanno aumentato il budget del 30 % – 40%. La Fiat Torino ha preso elementi italiani importanti ed americani di prospettiva. Hanno Dj White che ritengo sia uno dei migliori centri del campionato. Hanno atletismo e forza da vendere. Sarà un match dall’ottimo spessore.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy