Serie B – La top 11 della ventiquattresima giornata

Serie B – La top 11 della ventiquattresima giornata

24^ giornata in Serie B. Il Cagliari sbanca il Partenio e ritrova la vetta grazie al colpaccio del Perugia a Crotone. Il Pescara batte il Bari, infila la settima vittoria consecutiva e minaccia di far saltare i playoff. Continua la frenata di Brescia e Novara, vince ancora il Cesena. L’Avellino interrompe la serie positiva ma esce a testa alta al cospetto della capolista.
Ecco il top team di giornata: 4-2-3-1 affidato a Pierpaolo Bisoli, tecnico del Perugia.

Fiorillo (Pescara): Il Pescara alla fine dilaga ma nel momento decisivo servono le sue parate. Determinante prima su Maniero e poi su Defendi. Interventi pesanti quanto i gol di bomber Lapadula.

Del Prete (Perugia): Ara la fascia offrendo qualità e quantità. Suo l’assist per il pareggio di Bianchi. Il Crotone va fortissimo sulle fasce, ma lui da buon ex si è fatto davvero rimpiangere.

Volta (Perugia): Semplicemente perfetto. Tiene a bada un brutto cliente come Budimir, poi sale a piazzare la stoccata vincente su angolo. Pescara dimenticato, il Perugia si rimette in marcia.

Borghese (Livorno): Due partite con il Livorno, due gol. Il cambio di maglia ha avuto su di lui subito effetti benefici. Quando il mercato di gennaio ripara e cambia una stagione.

Kukoc (Como): Entra con il Como sotto di un gol e di un uomo e dà la svolta. Dal suo sinistro nasce il cross da cui scaturisce il gol di Ganz. E Festa allunga la serie positiva.

Schiattarella (Latina): Il jolly dei pontini giganteggia a centrocampo. Determinazione e sostanza. Somma ingrana la terza vittoria di fila e strizza l’occhio alla zona playoff.

Vignali (Spezia): Al debutto con la maglia da titolare non fa rimpiangere Juande. Mette in crisi la difesa granata e trova il guizzo del pareggio. Meglio di così davvero difficile fare.

Ciano (Cesena): Sbaglia il rigore, poi però sale in cattedra. Segna il gol del vantaggio e disegna tutte le azioni pericolose dei suoi. Uno dei giocatori più incisivi della categoria.

Lapadula (Pescara): Due gol e un assist. I numeri però non spiegano tutto. Merita il salto di categoria. Oddo se lo coccola e spera che il salto lo possa fare insieme a tutto il Pescara.

Furlan (Ternana): L’incubo del Modena. Prima fa espellere Provedel, poi punisce Crespo con la zuccata vincente. Breda sorride e dà una bella raddrizzata alla classifica.

Vantaggiato (Livorno): Da il bentornato a Panucci con una prova da vero capitano. I giovani compagni lo seguono e per il Brescia di Boscaglia non c’è davvero niente da fare.

All. Bisoli (Perugia): Espugna lo Scida (inviolato da quasi un anno) cancellando le ultime delusioni. Era in bilico, si è rialzato alla grande con una vittoria bella e meritata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy