Lakovic batte cassa e blocca Pini a Reggio Emilia

Lakovic batte cassa e blocca Pini a Reggio Emilia

Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Dopo il lodo Dwight  Hardy, quello di Chris Warren e di coach Cesare Pancotto, a bussare alle casse della Scandone questa volta é un idolo della piazza irpina: Jaka Lakovic. Il playmaker sloveno, infatti, ha inoltrato richiesta al BAT per ottenere i pagamenti spettanti relativi al suo secondo e ultimo anno di contratto col club biancoverde (nell’estate 2013 sottoscrisse un biennale). Il procedimento, in realtà,  é stato avviato nello scorso mese di maggio. Adesso la questione relativa al playmaker sloveno, finita al centro dell’attenzione degli organi di stampa giá da alcune settimane, condiziona di riflesso l’intero mercato in entrata della Scandone che dovrà mettersi in regola in termini di pagamento nei confronti dell’ex Barcellona.  Anche perché se per Cervi e Veikalas i tesseramenti con la Fip potranno essere effettuati entro 48 ore dalla prima giornata di campionato, con Pini il discorso é diverso trattandosi di un prestito che deve ricevere il placet dalla stessa Federazione affinché la stessa pratica possa andare in porto. Reggio Emilia potrebbe anche non aspettare più visto che dalla rete rimbalzano le voci che il lungo italiano potrebbe iniziare la preparazione con la Grissini Bon, facendo così cambiare i piani alla dirigenza biancorossa che aveva escluso dal suo budget  i costi relativi al contratto di Pini.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy