Legabasket: il punto sulla 29° giornata

Legabasket: il punto sulla 29° giornata

Bologna vince lo spareggio per i play-off con Roma e spedisce i capitolini nel limbo di una stagione da dimenticare. Il derby delle Virtus, uno dei match clou della 14esima e penultima giornata di ritorno di regular-season, finisce nelle mani della Granarolo, che sul parquet amico supera l’Acea per 90-77 con 33 punti di Hazell e 29 di Ray, i due mattatori delle Vu Nere, che soffrono solo la vena realizzativa di Curry (23). Dopo cinque sconfitte consecutive, il Banco di Sardegna rialza la testa al PalaSerradimigni, battendo nella sfida di vertice l’Umana Venezia per 88-80 nonostante, tra i lagunari, meriti il titolo di Mvp Goss, a referto con 24 punti contro i 21 del ‘sardò Sanders. Dopo due ko di fila in trasferta, contro Cantù e Capo d’Orlando, Milano torna un rullo compressore anche lontano dal suo impianto. I campioni d’Italia, certi da un pezzo del primato in stagione regolare, accendono il PalaPentassuglia superando l’Enel Brindisi per 85-73 con 22 punti di Alessandro Gentile, il bomber biancorosso che vince il duello a distanza con Mays, fermo a 22. Cantù e Pistoia si giocheranno l’ultimo posto utile nella post-season domenica prossima: l’Acqua Vitasnella fornisce una prova solida contro la pericolante Consultinvest Pesaro, sconfitta per 83-67 e messa al tappeto dai 20 punti di Feldeine, che chiude con lo stesso bottino realizzato da Lorant. La Giorgio Tesi Group si lascia soprendere invece in casa dalla Openjobmetis Varse, che fa sua la gara per 103-87 con uno strepitoso Maynor, capace di contribuire alla causa biancorossa con 32 punti.
Vittoria amara per la Sidigas Avellino, che al PalaDelMauro batte per 84-79 la Vanoli Cremona dando però addio ad ogni chance di entrare tra le otto che si disputeranno lo scudetto: tra gli irpini si distingue Anosike con 20 punti. La Pasta Reggia Caserta lascia a Pesaro la ‘maglia nerà della graduatoria grazie all’affermazione casalinga contro la Grissin Bon Reggio Emilia, superata per 75-65 con 19 punti di Scott. L’ultima in casa dell’Upea Capo d’Orlando non sorride ai siciliani, che si arrendono in volata alla Dolomiti Energia Trento per 68-67, trascinata dal bomber Mitchell (25 punti). Alla vigilia dell’ultimo turno, dunque, se Milano è sicuramente prima, Brindisi terminerà sesta. Per il secondo posto restano in corsa Venezia e Reggio Emilia, per il quarto Trento e Sassari, che saranno in ogni caso avversarie nei quarti. Bologna è già qualificata ai play-off ma non è certa del piazzamento.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy