Legabasket: parte la finale scudetto, si sfidano due debuttanti

Legabasket: parte la finale scudetto, si sfidano due debuttanti

Due debuttanti a caccia di un posto nella storia. Si apre domani sera al PalaBigi la finale scudetto fra Reggio Emilia e Sassari, entrambe all’esordio assoluto nell’ultimo atto per il titolo. Terza al termine della stagione regolare e negli ultimi due anni mai andata oltre i quarti, la squadra di Menetti arriva in finale un pò col fiatone, dopo aver superato in rimonta prima Brindisi e poi Venezia, con tanto di successo al Taliercio in gara 7 contro ogni pronostico. “Non ci aspettavamo Sassari e forse in tanti non si aspettavano nemmeno noi in finale visti i tanti infortuni – ha confessato oggi ai microfoni di Rtl Andrea Cinciarini, tra i protagonisti della cavalcata della Reggiana – Ma credo si possa dire che ce la siamo meritata vincendo su un campo caldo e mostrando semplicemente di essere i più bravi. La verità è che abbiamo fatto qualcosa di incredibile”. E qualcosa di incredibile lo ha fatto anche il Banco di Sardegna. La conquista della Coppa Italia nella Final Eight sembrava dover essere il punto più alto di una stagione amara fuori dai confini fra Eurolega ed Eurocup e un pò sottotono in campionato, col quinto posto finale che rappresentava il peggior piazzamento da tre anni a questa parte. Ma prima la rivelazione Trento e poi la corazzata Milano, tutt’e due col fattore campo a favore, hanno dovuto fare i conti con la solidità dei sardi, che ora sognano il primo tricolore della storia. “E’ una bella vigilia, pensavo di andare in vacanza ma abbiamo conquistato questa cosa così importante, una finale storica per tutti noi”, le impressioni di coach Meo Sacchetti, che per domani deve fare a meno per squalifica di Lawal “ma dall’altra parte abbiamo una squadra senza Diener e Mussini, quindi entrambe abbiamo qualche problema con le assenze”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy