Legabasket – Tutti all’inseguimento di Pistoia, in coda domina l’equilibrio

Legabasket – Tutti all’inseguimento di Pistoia, in coda domina l’equilibrio

A quindici anni anni dalla sua fondazione la Giorgio Tesi Group Pistoia si gode il primato solitario in classifica. La vera sorpresa in queste prime quattro giornate arriva dalla Toscana dove la compagine allenata da coach Vincenzo Esposito sta sorprendendo tutti con un basket fatto di energia, atletismo senza disdegnare lo spettacolo. E con interpreti alcuni dei quali alla prima esperienza italiana, vedi Blackshear, Knowles e Kirk. Per capire quali saranno le reali ambizioni della formazione biancorossa la trasferta al Mediolanum Forum di Milano sarà molto indicativa da questo punto di vista. Gli uomini di Repesa hanno trovato al PalaMaggiò di Caserta la terza vittoria consecutiva in campionato, saccheggiando un’altra avversaria campana dopo che sei giorni prima Gentile e compagni avevano brindato ai due punti al PaladelMauro. Il coach croato ha riconosciuto la non eccellente prestazione dei suoi ragazzi, evidenziando il cattivo gioco contro una Pasta Reggia senza Siva e Jones e al terzo ko consecutivo. Nel frattempo l’Armani guarda già al mercato di riparazione, assicurandosi per il prossimo mese di gennaio le prestazioni di Rakim Sanders. Ha regalato un dispiacere alla sua ex squadra coach Meo Sacchetti che lunedì sera ha vinto col suo Banco di Sardegna Sassari a Masnago sul campo della Openjobmetis Varese. Viene riscattato, così, il precedente passo falso casalingo con Brindisi (intervallato dalla sconfitta in Eurolega con Mosca). I pugliesi, a loro volta, non sono riusciti a riconfermarsi, cedendo il passo nell’anticipo dello scorso sabato al cospetto della Dolomiti Energia Trento che domenica farà tappa ad Avellino. Venezia conferma il crescente stato di condizione centrando la terza vittoria nelle ultime tre giornate. Al PalaTiercio vittima di turno è la Vanoli Cremona (ko per 73-51) che vanta un record contrario ai lagunari, protagonisti domenica di un 44% al tiro dalla lunga distanza. Se l’Umana Reyer è in ascesa, ai piani alti della classifica vuol rimanerci anche la Betaland Capo D’Orlando che occupa il gruppone a sei punti insieme proprio a Venezia (unica a batterla),  Trento, Sassari, Milano e Reggio Emilia. Quest’ultima ha alzato bandiera bianca in terra siciliana nell’anticipo di mezzogiorno, costringendo la Grissini Bon al  primo passo falso stagionale con un Jasaitis che si conferma secondo miglior realizzatore del campionato alla spalle del “sassarese” Logan. Si sbloccano in classifica la Consultinvest Pesaro e l’Acqua Vitasnella Cantù. Trascinati da un super Abass, i brianzoli vincono in rimonta contro una Torino che conferma il trend di cominciare bene le gare salvo poi calare alla distanza. Contro Bologna la Vuelle, invece, si prende la scena davanti al proprio pubblico con trentasei punti della coppia Christon – McKissic e si rimette in carreggiata per la corsa salvezza, raggiungendo a quota due punti proprio l’Obiettivo Lavoro a cui fanno compagnia altre sette rivali, tra cui la Sidigas Avellino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy