Maturità superata a pieni voti

Maturità superata a pieni voti

Commenta per primo!

Come un esame di maturità. Superato a pieni voti. La miglior Scandone dell’anno batte la (non più) capolista Reggio Emilia alla fine di 40 minuti interpretati in maniera impeccabile da staff tecnico e squadra. Un primo tempo perfetto per intensità, solidità mentale e fisicità messa in campo, e una ripresa forse meno brillante, ma gestita senza sbavature, non andando mai in affanno contro una squadra di primo livello. La quarta vittoria consecutiva (e la sesta in 8 partite) lancia la Scandone in classifica, certificando la crescita continua di un gruppo in cui tutti sono calati nel ruolo e tutti contribuiscono in maniere fattiva alla causa. Da Ragland a Severini, passando per quell’enciclopedia di basket a nome Maarten Leunen: Sacripanti sta riuscendo a tirare il meglio da ognuno dei suoi ragazzi. E non è un caso se questo periodo positivo sia arrivato, dopo tanti alti e bassi, nel momento in cui il coach brianzolo ha avuto la possibilità di allenare la squadra al completo, senza infortunati cronici e sfruttando la pausa per l’All Star Game. E’ vero che anche gli arrivi di Marques Green e Joe Ragland hanno aiutato: i due play si sono rivelati migliori delle “prime” scelte Taurean Green e Janis Blums, perché hanno aumentato talento e leadership senza minare l’equilibrio del gruppo, anzi facendo salire di livello tutti gli altri (Cervi in primis, sempre più un fattore sotto il suo canestro). Ma il salto definitivo lo fai solo quando hai la capacità di lavorare con tutti gli effettivi in settimana, per creare la mentalità giusta e migliorare la condizione fisica, come dimostra la vittoria di ieri, arrivata battendo la Grissin Bon con le armi e lei più congeniali: intensità, fisicità e difesa. La vittoria di ieri è il miglior viatico per approcciare il terribile ciclo che attende i biancoverdi che domenica prossima affronteranno un’altra capolista e squadra di grande spessore come Milano. Assago negli ultimi anni è sempre stato teatro di prestazioni imbarazzanti e record negativi, mentre domenica prossima potrebbe essere la rampa di lancio per un campionato di vertice.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy