Mcs Ariano, è attesa per finale. Madonna: “Godiamoci questo traguardo”

Mcs Ariano, è attesa per finale. Madonna: “Godiamoci questo traguardo”

E’ iniziato il count down per la Mcs Ariano che giovedì alle ore 21:00 incrocerà le armi contro la Fixis Piramis Torino allenata da coach Emanuele Petrachi in quella che è la finale per la promozione in serie A1. Si comincia al PalaCardito. Un vantaggio, quello del fattore campo, che le ragazze di coach Ferazzoli cercheranno di sfruttare. “Abbiamo sudato tanto per raggiunger questo traguardo – spiega Tay Madonna, playmaker e leader della compagine ufitana che sta completando la preparazione in vista della palla a due in programma tra quarantotto ore: “La squadra era stata strutturata in modo diverso ad inizio, l’addio di Narviciute e l’infortunio di Micovic ha cambiato le carte in tavola ma non abbiamo mollato, impegnandoci a ridefinire una nuova identità che ci ha portati sin qui. Siamo in finale, non dobbiamo temere alcuna pressione ma goderci questo momento.”

E’ più un peso o un vantaggio arrivare in finale da primatiste della poule promozione?

Non accusiamo tutto questo peso perché siamo andate ogni pronostico completando un preciso percorso di crescita. Via le paure ma proviamo a dimostrare chi siamo anche contro Torino.”

Che avversaria è Torino?

E’ un roster da rispettare. Conosco alcune giocatrici come Puliti, Quarta e Coen che hanno girato tanto come me. Sono temibili sottocanestro dove potrebbero metterci in difficoltà.”

Ariano e Torino fanno delle difese due punti imprescindibili.

E’ un nostro punto di forza che ci permette di giocare in maniera scorrevole quando abbiamo noi il controllo della palla. Non so se sarà una gara in cui prevarranno le difese ma sono dell’idea che vince chi farà canestro in meno.”

Madonna come sta vivendo questa vigilia?

E’ un passo importante per la mia carriera che è iniziata col mio debutto in serie A2 quando avevo 16 anni. Essendo il playmaker, chiederò grande concentrazione a tutta la squadra. Non vedo l’ora di scendere in campo.”

Il pubblico sarà il vostro sesto uomo?

Contro San Giovanni ci ha dato una spinta incredibile e ci sarà bisogno di questa carica. Dovevamo conquistare questo pubblico e ci siamo riuscite perché Ariano è una realtà che si sta consolidando vittoria dopo vittoria.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy