Mcs Ariano, la gioia di Cirillo e Ferazzoli: “Non vogliamo fermarci qui”

Mcs Ariano, la gioia di Cirillo e Ferazzoli: “Non vogliamo fermarci qui”

E’ stato un fine settimana di riposo meritato per la Mcs Ariano dopo lo storico venerdì 17 che ha sancito il primato delle ufitane nell’ultimo turno del girone E di Poule Promozione grazie al successo ai danni della Geas Paddy Power Sesto San Giovanni per 58-56. Lo sguardo ora è rivolto a domenica prossima quando al PalaCardito prenderà il via l’attesissima finale per la serie A1 contro Torino. Le irpine avranno dalla loro parte il vantaggio del fattore campo nella serie. “Le ragazze meritano questo primato per quanto hanno fatto vedere fino a questo momento – commenta un raggiante presidente Mario Cirillo – Il pubblico è stato come sempre straordinario e ha dato un ulteriore stimolo alle nostre ragazze nel dare il massimo in una gara così importante.” L’appetito vien mangiando e “la Mcs Ariano proverà a fare tutto ciò che le è possibile per coronare quel sogno chiamato serie A1” – prosegue il massimo dirigente arianese.

“Mi sta bene festeggiare perché è il giusto riconoscimento per una serata che entra a far parte della storia di questo club – dice una delle protagoniste di questa stagione, coach Iris Ferazzoli che scherzosamente aggiunge: “Mi tocca ora la missione più difficile: evitare cali di tensione delle mie giocatrici perché siamo nel vivo della nostra stagione.” L’obiettivo primario era il raggiungimento della poule promozione. I risultati hanno fatto si che l’asticella si alzasse ulteriormente: “Alleno un gruppo con atlete che nella prima volta nella loro carriera stanno giocando qualcosa di importante. Non è facile trattenere e gestire queste emozioni.” La partenza sprint nel primo periodo ha dato la giusta carica al cospetto di un’avversaria favorita alla vigilia: “E’ stata la prima gara che iniziamo così ma va bene così perché appartiene alla nostra etica di gioco. Ariano ha saputo stringere i denti nel momento più difficile della partita. Ero certa, però, che un obiettivo simile era possibile raggiungerlo perché so il gran lavoro svolto dalle mie cestiste durante la settimana.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy