Memorial Longobardi: Sidigas avanti alla fine del primo tempo

Memorial Longobardi: Sidigas avanti alla fine del primo tempo

Primi tre minuti della seconda semifinale del Memorial Longobardi nel segno del sostanziale equilibrio al PalaMangano con le due squadre che provano immediatamente a mettere tanta intensità sul parquet. Sacripanti lancia immediatamente in quintetto Riccardo Cervi e James Nunnally insieme a Taurean Green, Alex Acker ed Ivan Buva. Proprio Acker è il più ispirato del match iscrivendo  a referto cinque punti e smazzando un assist a Cervi  che regala il primo allungo per i biancoverdi (7-11 al 5’). Il lungo italiano viene cercato molto dai suoi compagni di squadra, facendo sentire la propria presenza sotto le plance. A tenere incollato al match i salernitani è la coppia americana Mayo – Simmons. Veikalas allarga addirittura la forbice fino al +7 (10-17) pungendo dall’arco dei tre punti prima e mandando a segnare in contropiede Acker. La ventata offensiva degli irpini subisce una battuta d’arresto prima che Pini raccolga dalla spazzatura il gioco da tre punti che vale le dieci lunghezze di vantaggio a meno di 6” dalla fine del primo quarto. La Givova tenta la reazione nel secondo periodo  riportandosi sino al  – 7 non prima che un convincente avesse trovato un altro canestro (15-22 per gli ospiti).  Pini casca in problemi di falli e Sacripanti è costretto a rigettare nella mischia Cervi che si fa trovare pronto, schiacciando il 15-29 per la Scandone. Green  ritorna a prendersi le chiavi cabina di regia, dall’altra  i gialloblu hanno un sussulto con Rezzano  che dalla lunga distanza lancia segnali di vita in favore della sua squadra. A referto si iscrive anche Severini che scalda la mano dalla media.  E’ un Avellino che convince in questa fase dell’incontro, leggendo bene le varie situazioni di gioco e facendo girare la palla con una buona velocità. Veikalas sbaglia la tripla del possibile  + 13. Stessa sorte per il tiro di Mayo che colpirà soltanto il primo ferro.   Primi tre minuti di sostanziale equilibrio al PalaMangano con le due squadre che provano immediatamente a mettere tanta intensità sul parquet. Sacripanti lancia immediatamente in quintetto Riccardo Cervi e James Nunnally insieme a Taurean Green, Alex Acker ed Ivan Buva. Proprio Acker è il più ispirato del match iscrivendo  a referto cinque punti e smazzando un assist a Cervi  che regala il primo allungo per i biancoverdi (7-11 al 5’). Il lungo italiano viene cercato molto dai suoi compagni di squadra, facendo sentire la propria presenza sotto le plance. A tenere incollato al match i salernitani è la coppia americana Mayo – Simmons. Veikalas allarga addirittura la forbice fino al +7 (10-17) pungendo dall’arco dei tre punti prima e mandando a segnare in contropiede Acker. La ventata offensiva degli irpini subisce una battuta d’arresto prima che Pini raccolga dalla spazzatura il gioco da tre punti che vale le dieci lunghezze di vantaggio a meno di 6” dalla fine del primo quarto. La Givova tenta la reazione nel secondo periodo  riportandosi sino al  – 7 non prima che un convincente avesse trovato un altro canestro (15-22 per gli ospiti).  Pini casca in problemi di falli e Sacripanti è costretto a rigettare nella mischia Cervi che si fa trovare pronto, schiacciando il 15-29 per la Scandone. Green  ritorna a prendersi le chiavi cabina di regia, dall’altra  i gialloblu hanno un sussulto con Rezzano  che dalla lunga distanza lancia segnali di vita in favore della sua squadra. A referto si iscrive anche Severini che scalda la mano dalla media.  E’ un Avellino che convince in questa fase dell’incontro, leggendo bene le varie situazioni di gioco e facendo girare la palla con una buona velocità. Veikalas sbaglia la tripla del possibile  + 13. Stessa sorte per il tiro di Mayo che colpirà soltanto il primo ferro.

Sidigas Avellino: Green 11, Cervi e Veikalas 9

Scafati: Simmons 10

Nella prima semifinale l’Enel Brindisi ha superato per 71-62 l’Upea Capo D’Orlando. Miglior marcatore per i pugliesi l’ex biancoverde Adrian Banks con 16 punti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy