“Mi piacerebbe poter essere ancora il capitano della Scandone”

“Mi piacerebbe poter essere ancora il capitano della Scandone”

Idee, pensieri, riflessioni e suggestioni. Questo e poco altro serpeggia nell’emisfero della Sidigas Avellino che prepara i primi annunci di mercato (il “quando” non è dato sapere). Un mercato che nelle ultime ore sta registrando i primi movimenti che vanno dal nord a sud dello Stivale, da ovest ad est. A Trieste, intanto, c’è chi aspetta di conoscere il proprio futuro, dedicandosi alla cura della forma fisica con dei precisi programmi atletici: Daniele Cavaliero.

Il capitano biancoverde potrebbe essere indossare la canotta della Scandone per il terzo anno consecutivo. Il tutto verrà deciso dalla nuova guida tecnica: “In questo momento è più importante che la società dedichi tutte le attenzioni ad individuare il giusto team manager e l’allenatore e poi a firmare i giocatori. Definire il giusto assetto societario è il primo passo da dover compiere per provare a costruire qualcosa di importante per il futuro.” – afferma in un’intervista rilasciata all’edizione odierna de Il Quotidiano del Sud. 

Il futuro del triestino sarà ancora in serie A, almeno nelle sue intenzioni. Resteranno voci le possibilità di un ritorno alla Fortitudo Bologna o a Scafati in serie A2: “Col mio agente Sbezzi non abbiamo parlato ancora di proposte in arrivo. Credo di poter dire la mia in questo torneo.” Sarà nuovamente con la Sidigas: “Ascolterò le intenzioni ed il progetto. Sarei felicissimo di essere ancora il capitano di questa squadra.

Il periodo di riposo è caratterizzato anche dalla visione delle finali scudetto in cui milita il suo amico Andrea Cinciarini: “Merita uno scenario simile, è cresciuto tantissimo nel corso di questi anni. Non mi sorprende di vederlo lì piuttosto vedere Milano eliminata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy