“Non sarà la stessa gara dell’andata, Nunnally? Mi ha sorpreso per un dato..”

“Non sarà la stessa gara dell’andata, Nunnally? Mi ha sorpreso per un dato..”

L’ex Giorgio Valli vuole tentare lo sgambetto alla Sidigas Avellino

In Irpinia è stato uno dei coach meno amati nella storia biancoverde  vuoi per la breve durata della sua esperienza (da giugno a novembre 2012) vuoi per un feeling mai nato con la città e la piazza vuoi per il suo presunto rifiuto nel confermare Marques Green in quella sessione estiva del mercato. Giorgio Valli proverà con la sua Obiettivo Lavoro Bologna ad essere il primo allenatore avversario a fermare la striscia vincente della Sidigas Avellino nel match di domani alle ore 18:15 al PaladelMauro: “La Scandone ha grande fiducia, esperienza, e ha cambiato passo con l’innesto di Green e Ragland. E’ diversa dall’andata, e anche noi un pizzico lo siamo”.

Uno dei pericoli per i felsinei sarà quel James Nunnally che nel successo di Brindisi ha aggiornato il suo massimo stagionale per punti realizzati, ben trentuno: “Lo conoscevo da tempo, anche se mi ha stupito perché non credevo producesse queste percentuali nel tiro da fuori. Dobbiamo provare ad arginarlo, certamente, ma non è il problema di chi ci proverà, di questo o quel giocatore, ma di tutta la squadra che deve applicarsi”.

Quale sarà la ricetta per battere i lupi?  Secondo coach Valli: “Dovremo non solo affidare la palla a Dexter, ma anche tutti gli altri si prenderanno le loro responsabilità. Solo una squadra vera può andare a vincere su un campo così. Dobbiamo tenere altissima l’intensità difensiva, contro Sassari ci ha aiutati la zona 2-3, contro Varese una grande difesa a uomo. Bisogna essere intelligenti a non farsi ingannare da quei mezzi tiri aperti, cercare buoni tiri, ancora meglio se si ha l’opportunità di crearne di ottimi, e proprio per questo servono tutti e 24 i secondi.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy