Norcino scalda la piazza: “Felice di giocare per la mia città”

Norcino scalda la piazza: “Felice di giocare per la mia città”

Mercato in fermento per la Sidigas Avellino. La firma più importante è arrivata qualche giorno fa. La caccia al playmaker si è conclusa con l’arrivo in Irpinia di Taurean Green. Cognome beneaugurante per i verdi dell’Irpinia, il nuovo americano della Scandone ha in tasca anche il passaporto georgiano. Dopo l’arrivo del play, la Scandone, ha ufficializzato il ritorno di Salvatore Parlato e Mattia Norcino.

Entusiasmo a mille per i due cestisti irpini come spiega il classe ‘93. Quali sono sono le emozioni di tornare in Serie A?
«Tornare in serie A già di per sè è un’emozione unica, poi farlo nella squadra della propria città è doppiamente esaltante».
Che ricordi conservi delle tue esperienze nelle serie minori?
«Nelle serie minori ho giocato un anno a Salerno e due a Benevento, sempre nel campionato di C. Sono stati anni molto importanti in quanto mi hanno fatto acquisire consapevolezza di ciò che posso fare e inoltre che lavorando duramente i risultati si ottengono».

Dopo il grande bagaglio di esperienze fatte, su quale aspetto del tuo gioco sei migliorato? «Sicuramente ho migliorato determinate parti del mio gioco. Mi ritengo fortunato perché sulla mia strada, seppur breve, ho incontrato allenatori capacissimi, in grado di spiegarmi al meglio determinati concetti. Ma i miglioramenti da fare sono ancora tanti».

Per la prossima stagione avrai come tecnico Sacripanti. Che avventura sarà? «Sono entusiasta di poter lavorare con coach Sacripanti, il quale è sempre stato in grado di valorizzare i giovani. Non posso che trarre giovamenti da un allenatore con la sua esperienza e la sua preparazione».

Tu e Parlato, da avellinesi, che apporto potete dare in termini di spogliatoio?
«Io e Salvatore sappiamo quanto conta il basket ad Avellino in quanto abbiamo vissuto sulla nostra pelle tutto ciò che ora è storia! Sicuramente potremo far capire meglio a tutti cosa significa indossare questa maglia, sia in spogliatoio sia in allenamento, dando il massimo ogni singolo giorno».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy