Nunnally ha detto sí, il californiano é della Sidigas

Nunnally ha detto sí, il californiano é della Sidigas

Il diesse Alberani lo aveva promesso. Il primo dei due colpi promessi nel fine settimana é arrivato. Parliamo di James Nunnally che in nottata ha posto il nero su bianco sul contratto che lo legherà per la prossima stagione alla Sidigas Avellino. Il cestista californiano sarà l’ala piccola titolare nel quintetto che stanno costruendo giorno dopo giorno coach Sacripanti e lo stesso Alberani. Per quanto é dato sapere Nunnally é un giocatore cercato fortemente dai biancoverdi già da qualche mese quando le attenzioni erano focalizzate sulla ricerca del regista e del centro dello starting five. L’ala originaria della California si presenterá in Irpinia con la fama di potenziale “leader” in quella che sarà la sua prima esperienza nel campionato italiano. E’ reduce dall’avventura in Israele con il Maccabi Ashdod in cui ha viaggiato a 17,8 punti di media. Fisico e mano da ala piccola (ha tirato con quasi il 39% da tre punti), Nunnally può mettere a disposizione anche la sua stazza per giocare come potenziale “ala grande”  in un quintetto “undersize” che coach Sacripanti potrebbe adoperare qualora ve ne fosse necessità a gara in corso.

Chi é Nunnally –  Il prodotto del College di UC Santa Barbara ha completato qui il proprio quadriennio universitario dal 2008 al 2012. In precedenza il classe ’90 si era fatto già conoscere durante la sua carriera col Weston Ranch High School collezionando nel suo anno da senior (quello conclusivo per intenderci) 22,1 punti conditi da 8,3 rimbalzi e 3,4 assist al punto da meritarsi la nomina come McDonald’s All – American, contesto riservato ai migliori prospetti del continente americano.
La sua carriera professionale, invece, ha avuto inizio nel 2012 in Europa nella serie A greca, firmando per il Kavali con cui disputa solo tre partite. Ritorna oltre oceano dopo poche settimane militando in D – League coi Bakerfields Jam. Nel mezzo alcune comparsate in Nba con le canotte degli Atlanta Hakws e Philadelphia 76ers. Nel pedigree di Nunnally anche delle brevi parentesi in Venezuela e Spagna prima di approdare nel dicembre 2014 in Israele, mettendo su delle cifre che hanno spinto la Sidigas a puntare su di lui come l’erede di Adam Hanga.

Blums – La sua firma é attesa per domenica o al massimo lunedì. Con la chiusura di questo accordo, salirebbero a nove gli elementi del roster con altre tre caselle da dover riempire: la scelta della guardia e dell’ala forte titolari e il “4” per la panchina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy