Poker di ori per l’Asd Taekwondo Avellino

Poker di ori per l’Asd Taekwondo Avellino

Il 22 e 23 ottobre si è svolto, al centro Sportivo di Sant’Antimo il “Trofeo Olympic Dream Cup Campania” che ha visto la società guidata dal Maestro Alfonso Iuliano tra le protagoniste indiscusse della competizione

Ancora successi per l’Asd taekwondo Avellino che conquista quattro medaglie d’oro in due giorni. Il 22 e 23 ottobre si è svolto, al centro Sportivo di Sant’Antimo il “Trofeo Olympic Dream Cup Campania” che ha visto la società guidata dal Maestro Alfonso Iuliano tra le protagoniste indiscusse della competizione. I primi tre podi sono arrivati nella giornata di sabato e hanno permesso alla scuola irpina di aggiudicarsi la coppa per il terzo posto a pari merito con un’altra società.
Il primo lupo a scendere sul tatami è Franco Picariello (cad. b, cat -37 R/N). Dopo 3 esaltanti combattimenti, batte l’ultimo avversario punto per punto senza deconcentrarsi vincendo la finale.
Oro per Mattia Argenio, (cad. a, cat. -37 V/B) che vince in finale per k.o. tecnico mostrando grande consapevolezza di sé e delle tecniche acquisite
L’ultimo oro di sabato è di Andrea Della Sala (cad. a cat.-53 V/B) che, dopo 3 combattimenti di altissimo livello, riesce ad agguantare la medaglia più preziosa grazie alle indicazioni del maestro su tattica e tecniche da applicare.
Resta a un passo dal podio invece Paolo Gaeta, costretto, per mancanza di atleti a gareggiare in due categorie superiori. Pur lottando fino all’ultimo, l’eccessiva altezza e forza dell’avversario hanno la meglio su di lui.

La domenica regala il quarto oro a Grazia Moccia (senior, cat. -68 kg nere) che affronta la finale con molta tranquillità contro un’abile avversaria.

Purtroppo nessuna medaglia per Alessio Guerriero (-48 cadetto a) che nel terzo round, agli ottavi di finale, nonostante un distacco di parecchi punti, subisce la rimonta avversaria a causa di alcuni problemi di respirazione che lo costringono a cedere l’accesso ai quarti.
Stessa sorte per Lucio Ceruso che, dopo un ottimo primo round, non riesce a gestire le emozioni e subisce alcuni punti che pregiudicano la sua prestazione
Nessun podio per Morena De Fazio (m-49 R/N). Dopo un buon inizio, complice una forma di salute non al massimo, non riesce a gestire la rimonta di un’azione avversaria perdendo l’accesso alla semifinale.
Neanche il capitano della squadra Alessandro Guarino (-80 nere) riesce a salire sul podio. Affronta un avversario molto più alto e dopo una straordinaria rimonta, al Golden point per un soffio non si aggiudica il primo calcio.

“Sono fiero dei miei ragazzi. – dichiara Iuliano – A prescindere dalle medaglie conquistate, vederli comunque uniti e sorridenti è il miglior risultato che si possa ottenere”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy