Pugilato – Brasca in visita ad Avellino: “L’Irpinia riferimento per la boxe italiana”

Pugilato – Brasca in visita ad Avellino: “L’Irpinia riferimento per la boxe italiana”

Domani al via a Montoro il Torneo Nazionale Dilettanti, sabato il titolo WBa per Tommasone

Commenta per primo!

L’Irpinia capitale della boxe italiana (e prossima sede del Consiglio Federale) con tre eventi che animeranno in questo mese di ottobre. Stamani c’è stata la tappa nella città capoluogo di Alberto Brasca, presidente della Federazione Pugilistica Italiana, ospite al Salone del Coni. Il massimo dirigente del pugilato italiano nonché membro del consiglio nazionale del Coni ha voluto celebrare i tre appuntamenti di grande richiamo per gli sportivi ed appassionati della boxe. Domani, infatti, prenderà il via il primo dei tre eventi: il PalaMontoro sarà sede del torneo nazionale Dilettanti senior con centodiciannove atleti provenienti da tutta Italia. “Ringrazio Cardamone per essersi preso l’onere di organizzare un torneo con oltre cento partecipanti e tutti coloro che si sono interessati alla realizzazione di questi eventi in Irpinia. Sono entusiasta che questa terra sia la capitale della boxe italiana ma sono un po’ dispiaciuto che non noto quella risposta di attenzione che meritano appuntamenti del genere come la differita televisiva in programma soltanto nella nottata fra lunedì e martedì prossimo. La voglia di pugilato ci ha spinti a tener qui il futuro Consiglio Federale.” Montoro come capofila di un’organizzazione di un evento che andrà in scena per la prima volta in Italia: “Il torneo nazionale seniores è una novità mai svoltasi in precedenza. La risposta è stata eccellente a livello regionale. Tradizionalmente erano suddivisi in tre serie, dai più bravi ai principianti. In Italia si è deciso di distinguere la categoria élite (sopra i diciotto anni che combattono senza casco) ed i senior, con oltre tremila iscritti, che gareggiano muniti di casco. Devo anche dire che sono rimasto felicemente colpito dell’età media dei partecipanti (21,15 il dato fornito dall’organizzazione).”

Ad accoglierlo il delegato provinciale del Coni, il Professor Giuseppe Saviano. “Sono un appassionato di pugilato avendolo praticato in altri tempi. E’ un’occasione fondamentale quella che si sta manifestando in queste settimane in Irpinia. Da sempre sono stato un fautore degli altri sport e non possiamo sprecare questa chance anche per rafforzare il movimento pugilistico provinciale ma anche regionale. E’ il momento di far capire che ci teniamo alla boxe non solo quando i nostri pugili salgono sul ring e ci danno soddisfazioni. Lo sport – aggiunge Saviano – è un piccolo per la nostra economia con l’arrivo nella nostra terra di tanti appassionati che hanno la possibilità di vedere le nostre bellezze.”

Mente e ideatore di questa manifestazione l’ex campione Agostino Cardamone che non nasconde la propria emozione: “Sono la mente ed il braccio per quest’evento che partirà domani (oggi ndr). L’unico rammarico è aver perso un ragazzo che non ha potuto prendere parte ai campionati a causa di un suo errore che io non accetto.”

Non è mancato il supporto nell’organizzazione da parte dell’Amministrazione Comunale di Montoro come testimonia l’Assessore allo Sport Raffaele Guariniello: “E’ un qualcosa che fino all’anno scorso era qualcosa di inimmaginabile. Cardamone sta dando lustro alla nostra comunità. L’organizzazione che abbiamo sostenuto per i campionati regionali che si stanno svolgendo al PalaMontoro è motivo di vanto non solo come Amministrazione Comunale ma in primo luogo come cittadini. Agostino è stato un pioniere per la boxe irpina e Tommasone sta cercando di ripetere la stessa brillante carriera del pugile montorese. Un ringraziamento ai ragazzi dell’Istituto alberghiero “G. Ronca” della sede di Montoro.”

Sabato il clou con il grande appuntamento al PaladelMauro di Carmine Tommasone che affronterà il messicano Jesus Antonio Rios per il titolo intercontinentale WBA dei pesi piuma: “Tommasone – commenta Brasca – mi ha fatto pensare tanto coi suoi risultati e la sua grinta e passione. Lui è un professionista e ricordo quando mi chiamò per capire se poteva partecipare alle Olimpiadi di Rio. Si è preparato nella sua palestra e ad Assisi è arrivato già pronto per gareggiare. E’ un aspetto da sottolineare perché Carmine è un esempio anche nel come ci si prepara alle sfide di cartello. La sua grande determinazione mi ha colpito e in Brasile ha disputato una bellissima competizione. Nella gara d’esordio si è fatto valere nonostante non fosse favorito ed ha fatto soffrire, nel match successivo, il suo avversario nonostante fosse impossibile batterlo. E devo dire che Carmine è stato il migliore dei nostri pugili.”

Ed infine il 29 e 30 ottobre prossimo ad Avellino nel palazzetto del Country Sport di Picarelli si terrà la prima edizione della Coppa Italia Amatori anche questa iniziativa, come il Torneo Nazionale Senior è stata organizzata dalla dall’ex campione mondiale Agostino Cardamone: “Vogliamo dare possibilità agli amatori di potersi esibire: è evidente che c’è grande successo, molta partecipazione in tutta Italia. Ed è per questo che abbiamo tra gli obiettivi anche quello di incentivare la passione dei cosiddetti dilettanti.” conclude il presidente Brasca.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy