Rastelli: “Spazio a chi ha giocato poco ma vogliamo i tre punti a Brescia”

Rastelli: “Spazio a chi ha giocato poco ma vogliamo i tre punti a Brescia”

Ultimo impegno di campionato (42° giornata) per l’Avellino che domani alle ore 20:30 sarà di scena allo stadio “Rigamonti” di Brescia dove affronterà la retrocessa compagine lombarda allenata dall’ex Alessandro Calori. I biancoverdi faranno le prove generali in vista del debutto nel preliminare di playoff previsto per martedì 26 maggio. Rastelli non vuole cali di concentrazione ma onorare al meglio quest’impegno: “E’ una gara dove certi dell’accesso ai playoff andremo lì per fare un risultato positivo e mantenere e la nostra posizione, cercando di ottenere il settimo posto. Significherebbe migliorare il posizionamento ed il punteggio rispetto alla passata stagione. Ci darebbe una maggiore sicurezza in vista del debutto nei playoff. Massimo rispetto per il Brescia ma dovremo impegnarci al massimo per fare un risultato positivo.”

Avversaria nei playoff: “Non ci sono preferenze come squadre da affrontare tra Perugia, Pesca o Spezia. Contro quelle più forti ci esprimiamo meglio dal punto di vista psicologico. L’importante è aver raggiunto i playoff. Sono convinto che i miei ragazzi faranno una grandissima prestazione.”

Condizione della squadra: “Tranne Chiosa e Soumaré che hanno finito il campionato. Ci sarà il debutto di Bavena perché merita questa chance e dimostrerà il suo valore. Mi auguro che i compagni gli diano una mano. Gomis non è convocato perché è reduce dall’ influenza. Cercherò di rischiare Trotta e Regoli che non giocano da tre gare ma devono star attenti a non beccare ammonizioni.”

Utilizzo di Schiavon: “E’ un giocatore che abbiamo ritrovato questa settimana. Domani gli riserverò un tempo, una mezz’ora per non caricarlo troppo e poi sarà completamente a disposizione nei playoff. E’ l’unica alternativa nel ruolo di trequartista. Nell’ottica di una gara playoff a 120’ è una buona alternativa.”

Consapevolezza dei playoff post Trapani: “L’atmosfera finale era dovuta al goal preso all’ultimo secondo. La vittoria sarebbe stata meritata e sarebbe stato il giusto riconoscimento. Col passare delle ore si è capito che si è raggiunto un traguardo prestigioso e fortemente voluto da tutti. Adesso viene la parte più bella e ci giochiamo una gara secca.”

Modulo: “Parto con 5-3-2 per gli uomini che ho a disposizione. Parto con quello per poi passare a gara in corsa col 4-3-1-2”.

Sogno serie A partendo da posizione defilata: “Tutte le squadre possono andare ai playoff e i valori di ogni squadra si vedranno interamente. Ripeto: la post season è un traguardo.”

Calcio scommesse: “E’ inconcepibile tutto questo perché non è possibile che nel giro di poco tempo si ricada in simili tentazione. E’ un problema di cultura italiana. E’ un’altra brutta pagina del nostro calcio. Fortunatamente la stragrande maggioranza di chi fa questo mestiere lo pratica in maniera onesta.”

A breve il video della conferenza stampa

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy