Richardson – Cavaliero scatenati, la Sidigas “fa le scarpe” alla Sutor Montegranaro

Richardson – Cavaliero scatenati, la Sidigas “fa le scarpe” alla Sutor Montegranaro

Lakovic al tiro contro la Sutor Montegranaro
Lakovic al tiro contro la Sutor Montegranaro

Canestri e tanta adrenalina nel successo della Sidigas Avellino ai danni della Sutor Montegranaro per 103-92 nel penultimo turno del girone d’andata. Mattatori dell’incontro un inarrestabile Jeremy Richardson da 14 punti nella ripresa e Daniele Cavaliero che nell’ultimo quarto ha dato l’accelerata  vincente con 3/3 da tre punti. Per la Sutor, alla prima senza Collins,  non sono bastati i 25 punti dell’ex di giornata Daniele Cinciarini, l’ultimo a mollare nelle fila marchigiane.

Sidigas Avellino

Thomas  8 (4/8) Biligha,  Lakovic 11 (3/8) Richardson  20 (6/7 ,2/3) Spinelli 11 (4/5 , 0/2) Ivanov 16 (5/9 , 1/2) Ianuale n.e., Dragovic  n.e. , Morgillo n.e.,  Cavaliero 18 (3/5 ,4/7) Riccio n.e., Hayes  5(1/2, 1/2) Dean 14 (4/4, 2/4)

All.: Vitucci

Sutor Montegranaro

Cinciarini  25(8/13 ,3/5) Sakic 4 (1/5,0/1) Mayo  17 (3/5, 3/5) Tessitore, Lauwers  (1/2 da tre) Rossi n.e., Campani  2 (1/1) Mazzola 8 (2/5, 0/1) Mitrovic 15 (0/2 ,5/7) Skeen  18(6/9, 2/5)

All.: Recalcati

Arbitri: Martolini, Lanzarini, Weidman

Parziali: 24-22, 53-40, 74-64

Tiri liberi:10/13 Av, 8/8 Sutor

Spettatori: 2500

Incasso: 31700 euro

 

Partenza sprint dei sutorini che si rendono immediatamente pericolosi in attacco da oltre arco con le due realizzazioni di Cinciarini (5 punti nei primi 5’) e Mitrovic. Il raggio offensivo dei gialloblu si allarga finanche sotto il canestro con Skeen che vince il primo duello sottocanestro contro Will Thomas. Il lungo della Sidigas è il fato offensivo della sua squadra (che muove poco la palla in attacco e tira con polveri bagnate da 2 punti) nelle prime battute di gioco con i primi sei punti irpini (6-10 al 5’). La penetrazione di Mayo dà il là al primo allungo al primo allungo di Montegranaro 86-12) ma in 30” le due triple rapida sequenza di Ivanov e Lakovic la prima dopo 3 errori). Avellino mette il naso con una bimane a campo aperto di Richardson mentre la seconda e terza tripla di Lakovic regalano il + 7 (22-15). Gli ospiti tengono il passo con uno scatenato che in chiusura di primo quarto insacca la tripla che vale il 24-22.

Mayo della Sutor Montegranaro
Mayo della Sutor Montegranaro

In apertura di seconda frazione Vitucci cambia gli uomini sul parquet dando spazio ai vari Spinelli, Dean, Hayes. La Sutor continua a macinare punti avvicinandosi al ferro con Cinciarini e Luca Campani prima di trovare il tiro del nuovo sorpasso con l’altro ex di giornata Dimitri Lauwers che colpisce dai 6,75 metri per il 28-31. La Sidigas si risveglia in attacco aggiustando la mira dalla lunga e media distanza: due conclusioni di Hayes e Cavaliero dall’arco e il piazzato di Dean riportano il roster biancoverde  sul 36-41. La forbice in favore della Scandone si allarga fino al + 15 (43-31) con l’appoggio a tabellone da parte di Ivanov su assist di capitan Spinelli, che completa un micidiale parziale di 18-0. A tamponare l’emorragia difensiva gialloblu ci pensa Mitrovic che punge dall’angolo coi tre punti per il 46-34. La Scandone controlla il match rispondendo colpo su colpo ai colpi di Montegranaro con la velocità e l’imprevedibilità di Spinelli, autore di sette punti e trascinatore di una Sidigas che all’intervallo è avanti 53-40 con 29 punti iscritti a referto in soli 10’.

Al rientro degli spogliatoi le grida di Recalcati danno la giusta carica ai cestisti marchigiani. L’ex Commissario tecnico mescola le carte getta nella mischia i titolari Mitrovic, Mazzola e Skeen. È un’altra Sutor in campo: più aggressiva su ogni palla e particolarmente prolifica nel bucare la retina dei padroni di casa. A suonare la carica è Mitrovic con due bombe dall’arco da tre punti. Dall’altra parte è la premiata ditta Thomas – Ivanov a rispondere agli attacchi avversari. Un’invenzione di Mayo riporta i suoi sotto la doppia cifra (59-50). S’infiamma Richardson che timbra sette punti consecutivi (68-55), costringendo Recalcati a chiamare timeout per riorganizzare le idee. I gialloblu infliggono un controbreak di 7-0 con protagonista Valerio Mazzola. E sarà Vitucci a richiedere questa volta sospensione dinanzi ad una Sutor riavvicinatasi pericolosamente sul 68-62. Ancora il n.8 biancoverde è l’artefice della nuova volata avellinese con cinque punti (73-62). Come avvenuto sul finire del quarto precedente, Montegranaro trova un’altra magia con Cinciarini per il 74-64.

Il carattere dei calzaturieri tiene aperte le speranze di rimonta al 32’ quando il tabellone indica 74-68 con i viaggianti bravi a evidenziare le lacune difensive di una Sidigas poco attenta a chiudere gli spazi ai penetratori. A dare la svolta ad una Scandone  distratta e confusionaria in attacco è capitan Spinelli con un gioco da tre punti (83-79). Ma come tradizione vuole Daniele Cinciarini medita la vendetta dell’ex: la guardia infila otto punti consecutivi, facendo calare il gelo sulle tribune del Paladelmauro (90-83). La partita, tuttavia, deve registrare un altro protagonista in quest’ultimo frangente ovverosia Daniele Cavaliero (un passato anch’egli nelle Marche dal 2008 al 2011) che a suon di triple (tre) ridà ossigeno ad una Scandone che fatica visibilmente a costruire una manovra fluida in attacco (96-87). Poco importa perché al suono della sirena finale è la Sidigas a poter festeggiare il primo successo nel 2014 e a tener vive le speranze delle Final Eight.

Davide Baselice

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy