Rugby – Al Manganelli arrivano i lupi del Molise, altro test da vincere per i Due Principati

Rugby – Al Manganelli arrivano i lupi del Molise, altro test da vincere per i Due Principati

Sarà l’Acli Campobasso l’avversario che proverà a rallentare la marcia trionfale della franchigia irpino – salernitana

Sarà l’Acli Campobasso l’avversario che proverà a rallentare la marcia trionfale dei Due Principati, domani alle ore 15:00 al parco Manganelli di Avellino in una gara valida per la 7°giornata del girone di ritorno del campionato di serie C2, raggruppamento campano/molisano.

I lupi del Molise, quinta forza del campionato, come già accaduto nella gara di andata sicuramente proveranno a rompere le uova nel paniere alla franchigia irpino/salernitana, ancora imbattuta, che vanta un pedigree di 13 vittorie ed un pareggio, e guida la graduatoria del girone, con 64 punti, due in più dell’immediata inseguitrice, il Rugby Vesuvio. Il sodalizio caro al Presidente Sbozza ha una partita in meno, rispetto alla compagine vesuviana, che recupererà, come ribadito più volte,  domenica 30 aprile, tra le mura amiche, di largo Santo Spirito.

I padroni di casa partiranno, con i favori del pronostico, nella loro tana, infatti non perdono da più di un anno(16 marzo 2016, 8-16 contro il San Giorgio del Sannio), comunque è doveroso tenere gli occhi aperti, contro la formazione guidata da coach Mariano Credico, il quale sta disputando un egregio campionato, 43 punti in classifica, frutto di otto vittorie, un pareggio e sei sconfitte, 58 le mete realizzate, 350 punti fatti e 211 subiti.

Quella più prestigiosa,è stata con il IV Circolo, 47-12 (7-2), mentre si ricorda, la sconfitta di misura contro il Rugby Vesuvio, 20-27(3-4) quando i molisani, solo nel finale cedettero il passo. Nella gara di andata, i Principi, avettero la meglio, espugnando l’Antistadio del Romagnoli, per 5-19, tre mete(Zizza, Della Rocca, Napoli) di cui due trasformate da Maglio, contro una dei locali, non convertita, ma i verde/granata, pur giocando un tempo e mezzo con un uomo in più, per un rosso diretto, combinato ad un atleta di casa, non riuscirono a portare a casa, il punto di bonus, grazie alla solidità della difesa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy