Rumors, abboccamenti e suggestioni: la Sidigas studia le prime mosse del mercato

Rumors, abboccamenti e suggestioni: la Sidigas studia le prime mosse del mercato

Mentre il mercato delle società di Lega A comincia ad infiammarsi con le prime ufficializzazioni per la composizione dei roster 2015/2016, la Sidigas vive una fase di stallo. O di calma apparente. I primi sussulti di un encefalogramma piatto a quasi due mesi dalla chiusura della deludente passata stagione sono stati scanditi dai sondaggi e dai colloqui conoscitivi con gli addetti ai lavori da parte del patron De Cesare, intenzionato a rivoluzionare del tutto, o quasi, l’organigramma societario e la struttura tecnica della squadra. Incontri culminati con la prima ufficializzazione, quella dell’ormai ex playmaker di Scafati Valerio Spinelli nei panni di direttore sportivo e con l’individuazione del nuovo head coach, Pino Sacripanti.

Il coach brianzolo, ex Cantù e Caserta, impegnato alla guida della Nazionale Under 20 per gli Europei di categoria nella cornice di Lignano Sabbiadoro, ha vinto il ballottaggio con il collega Piero Bucchi, corteggiatissimo dal patron De Cesare, ma confermato a suon di comunicati sullo scanno di Brindisi dal presidente Marino.

Mancano ancora i crismi dell’ufficialità, ma Sacripanti sarà il nuovo allenatore della Sidigas. Da valutare le conferme del gm Antonello Nevola, dell’assistant coach Gianluca De Gennaro e del preparatore atletico Silvio Barnabà, in odore di addio.

Ad oggi, delle 16 squadre che compongono il quadro della Serie A Beko, soltanto Roma, in condizioni economiche disperate, prossima alla mancata iscrizione al campionato, e Avellino non hanno ancora ufficializzato il coach per la prossima stagione. Primi segnali di un film già visto? Questione di tempistiche, di lungaggini burocratiche che tanto fanno riflettere i supporters biancoverdi e che, in un contesto spietato come il basket mercato, si rivelano il più delle volte letali.

La calma olimpica dell’ingegner De Cesare è ancora una volta il leitmotiv dell’estate del basket avellinese, come dimostra il rinvio al 15 luglio dell’importante CdA previsto per la giornata di ieri.

Nel frattempo radiomercato accosta i primi nomi ad Avellino: l’ex Drake Diener, in uscita da Reggio Emilia, Jacob Pullen, talentuosa combo vista quest’anno a Brindisi, Peppe Poeta, “o’ guastatore” di Battipaglia fondamentale nella salvezza raggiunta al fotofinish da Manresa in ACB e il “pivottone” nazionale Riccardo Cervi, protagonista a tratti della cavalcata di Reggio Emilia alle finali play off, ancora non convinto dalle lusinghe di Milano. Rumors, abboccamenti, suggestioni, nulla di concreto. Certo, il mercato è lungo, ma la Sidigas deve ancora prendere forma e si spera che la dirigenza possa evitare gli errori gestionali commessi nelle ultime tre stagioni.

A cura di Marco Festa

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy