“Sarebbe un sogno battere la Sidigas”

“Sarebbe un sogno battere la Sidigas”

L’ex Vitucci spiega a “La Repubblica” il momento vissuto dalla Manital Torino

Domenica pomeriggio affronterà il suo recente passato. Amarcord e ricordi di un biennio privo di emozioni hanno segnato la seconda esperienza in Irpinia di coach Frank Vitucci, impegnato con la neopromossa Manital Torino nella missione di una lotta salvezza impensabile fino a qualche settimana fa: “Io sono e resto positivo. Sappiamo che è molto difficile ma il potenziale c’è” spiega il trainer veneziano in un’intervista pubblicata quest’oggi dall’edizione torinese de “La Repubblica”.

I piemontesi puntano al tris di successi contro la Sidigas Avellino che domenica arriverà sotto La Mole. Dyson e compagni tenteranno di frenare la corsa degli irpini: “Sarebbe semplicemente un’impresa.Vogliamo giocarcela ma dovremo restare umili.”

Tatticamente Vitucci proverà a sorprendere il collega Sacripanti provando a mischiare le carte: “Sto rovistando nei cassetti. A Pistoia ho avuto più cooperazione del solito. Il mio compito è fare in modo che ogni giocatore possa dare il meglio di sè nell’arco dei quaranta minuti.”

Dopo Trento, la Manital ha espugnato il PalaCarrara di Pistoia. A metterci lo zampino il talenti di Jerome Dyson: “Molto lentamente sta tornando ad essere il giocatore che conoscevamo. Non è questione fisica ma di confidenza col campo. I tiri di Pistoia dicono che sta recuperando.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy