Scandone: per i playoff è missione difficile

Scandone: per i playoff è missione difficile

Daniele Cavaliero (foto scandonebasket.it)
Daniele Cavaliero (foto scandonebasket.it)

Mancano solo otto giornate al termine della regular season di serie A ma la lotta per le ultime due posizioni utili ad entrare nel lotto dei playoff diventa sempre più serrata giornata dopo giornata. La post season resta l’unico obiettivo stagionale per la Sidigas Avellino appaiata al decimo posto in classifica, a quota venti punti in condominio con ben quattro formazioni: la Grissin Bon Reggio Emilia (7°), la Pasta Reggia Caserta (8°), l’Umana Reyer Venezia (9°). La truppa biancoverde precede di due punti la matricola Giorgio Tesi Group Pistoia all’undicesimo gradino. Il calendario riserverà alle squadre in questione sfide dal pronostico incerto e dalla posta in palio davvero scottante in cui il peso delle motivazioni associata alla condizione psico-fisica di giocatori ed allenatori costituiranno un fattore in più nella conquista dei due punti. La dea bendata non ha di certo riservato un cammino agevole alla Scandone che prima della pausa per l’All Star Game (la cui disputa è prevista domenica 13 aprile), avrà da affrontare ben quattro gare che potranno dire molto sulle reali ambizioni che la squadra di Vitucci ha di poter entrare nelle otto che si giocheranno la conquista del tricolore. Domenica si sosterrà la prima di due trasferte. Si comincia con Cremona e si conclude al PalaEstra di Siena domenica 23 marzo. Nei successivi due turni Spinelli e soci se la vedranno rispettivamente contro l’Umana Reyer Venezia (29 marzo) e la Granarolo Bologna. I lagunari nell’ultimo week end hanno interrotto una striscia di cinque risultati negativi contro i felsinei dell’ex coach Giorgio Valli che ritornerà in quello che è stato il suo palazzetto per pochi mesi domenica 6 aprile. Alla ripresa delle ostilità la Sidigas volerà in Puglia ospite della lanciatissima Enel Brindisi per far poi ritorno in Irpinia il 27 aprile quando farà visita la capolista Emporio Armani Milano. Nelle restanti due giornate per i lupi ci sarà da battagliare nelle Marche contro una Sutor Montegranaro alla ricerca di punti salvezza mentre sette giorni dopo arriverà la Grissin Bon Reggio Emilia, una delle rivelazioni di questo torneo e protagoniste nell’ultima edizione delle Final Eight di Coppa Italia. Quella contro gli uomini di Menetti potrebbe essere un vero dentro o fuori per Avellino, sulla falsariga di quanto accaduto l’11 gennaio scorso al PalaBigi, che verrà ricordata come una vera e propria “Caporetto”.

A fare i conti con un calendario poco favorevole non c’è solo la Sidigas Avellino. Una corsa ad ostacoli attenderà la Pasta Reggia Caserta, rientrata in corsa per la seconda fase stagionale in seguito al trionfo nel derby dello scorso 2 marzo. Tre gare impegni probanti per i bianconeri che riceveranno Cantù prima della doppia trasferta di Bologna e Varese a cui faranno seguito i proibitivi match contro Siena e Sassari salvo poi terminare con Cremona al PalaMaggiò e a Pistoia nell’ultimo turno. Non può sorridere nemmeno la Grissin Bon Reggio Emilia, attesa da un finale di campionato da brividi tra la 28° e 30° giornata: Venezia e Avellino lontano dalle mura amiche, intervallata dalla visita dell’Acqua Vitasnella Cantù.

Zare Markovsky
Zare Markovsky

Chi potrebbe spuntarla fra le tante litiganti è l’Umana Reyer Venezia dell’ex Zare Markovsky. Gli orogranata cercheranno di fare bottino pieno nei quattro appuntamenti all’ombra della Basilica di San Marco. Bisognerà superare le resistenze della Vanoli Cremona, della Giorgio Tesi Group Pistoia, di Reggio Emilia e dell’Acea Roma. Pronostico avverso, invece, per i veneti nei duelli in casa di Sassari e Cantù. Sarà quindi una lotta serrata, appannaggio del divertimento e le sorprese non sono da escludere. Per la Sidigas c’è ancora la matematica a tener vive le speranze di entrare nei playoff. Otto punti derivanti dalle quattro vittorie negli altrettanti impegni casalinghi potrebbero non bastare. Serviranno cuore, grinta e giusto approccio alla gara per ottenere almeno un’affermazione in trasferta che manca dal 2 febbraio e che potrebbe rilanciare per l’ennesima quest’anno la Scandone.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy