Serie B: il Pescara non sbaglia, Trapani ko nella finale d’andata

Serie B: il Pescara non sbaglia, Trapani ko nella finale d’andata

Decidono le due reti nella ripresa degli adriatici

Il Pescara ‘vedè il ritorno in Serie A. Davanti ai 20mila dello Stadio Adriatico, gli abruzzesi battono il Trapani per 2-0, sfruttando la superiorità numerica per l’espulsione di Scozzarella al 27’. Le reti dei padroni di casa arrivano nella ripresa: vanno in gol con Benali (2′) e Lapadula (26′). Giovedì il ritorno in Sicilia di una finale che però non è ancora decisa.

Oddo, con Memushaj nell’undici, spedisce in panchina Zuparic, non al top, e conferma il tridente offensivo formato da Lapadula, Caprari e Benali. Cosmi invece recupera Coronado, non rinuncia a Petkovic nonostante un problema al ginocchio e si affida alla regia di Scozzarella. La prima occasione è per gli abruzzesi: al 7′ Campagnaro impegna di testa Nicolas, Lapadula non riesce a realizzare in tap-in. I padroni di casa hanno il pallino delle operazioni e Pairetto, all’11′, punisce solo con il giallo un fallo di Perticone su Caprari lanciato a rete: Caprari batte la conseguente punizione con un tiro a giro di poco out. Sempre l’ex romanista, al 12′, tenta il colpo grosso di destro, evidenziando il momento difficile dei siciliani. Che rischiano seriamente anche al 18′: Benali mette al centro, Lapadula ci mette lo zampino ma Nicolas si salva di istinto. Al 27′, l’episodio che condizionerà il prosieguo del match. Scozzarella, una volta ammonito, scaglia via con rabbia il pallone: Pairetto gli somministra anche il secondo cartellino e gli isolani rimangono con l’uomo in meno. Il Pescara prova ad approfittarne ma Lapadula, al 35′, trova ancora attento il portiere ospite.

E’ al 2′ della ripresa che i locali concretizzano il vantaggio numerico: tiro-cross di Zampano al centro dell’area, Benali è ben appostato e di sinistro sigla l’1-0. Ancora Lapadula, al 10′, sfiora il raddoppio, obiettivo che riesce finalmente a raggiungere al 26′: il bomber di Oddo scatta sul filo dell’off-side, si fa gioco di Pagliaruolo e insacca di forza il 2-0. Già ammonito, la sua cavalcata sotto la curva non viene punita con un secondo giallo. Il bomber, con la sua trentesima rete stagionale, è comunque ancora decisivo per le sorti del Pescara, che nel finale di secondo tempo non riesce ad incrementare il bottino.

Giovedì, a campi invertiti, il Trapani dovrà mettere in atto una rimonta, impresa che è nelle corde dei siciliani di Cosmi, che non si sentono ancora definitivamente sconfitti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy