Sidigas Avellino domani in campo a Reggio Emilia. Chi vince va alle Final Eight di Milano

Sidigas Avellino domani in campo a Reggio Emilia. Chi vince va alle Final Eight di Milano

Sidigas AvellinoSarà una gara senza se e senza ma quella a cui è attesa la Sidigas Avellino nell’anticipo di domani sera (ore 20:30) in casa della Grissin Bon Reggio Emilia. In caso di vittoria i biancoverdi accederebbero alle Final Eight di Coppa Italia in programma dal 7 al 9 febbraio al Mediolanum di Forum di Milano a discapito proprio della formazione emiliana, anch’essa in lizza per un posto alla kermesse tricolore.

La settimana di allenamenti, come ha spiegato ieri in conferenza stampa coach Frank Vitucci, è stata all’insegna della grande concentrazione e, soprattutto, della grande intensità in vista di un match che si preannuncia a dir poco infuocato. Al PalaBigi di Reggio Emilia il trainer veneto avrà l’intera rosa a disposizione nonostante i “soliti” acciacchi che hanno interessato Jaka Lakovic e qualche affaticamento ai vari Nikola Dragovic e Jeremy Richardson.

La Scandone farà visita ad un avversaria che sinora non ha mai perso tra le mura amiche: a lasciar i due punti nel catino reggiano sono state roster del calibro della Montepaschi Siena, della Granarolo Bologna, Umana Venezia, Pasta Reggia Caserta o delle meno quotate Cremona e Giorgio Tesi Group Pistoia. Questa solidità casalinga nasce dalla qualità del roster ben allenato da coach Max Menetti, alla sua terza stagione sulla panchina biancorossa

La cabina di regia è affidata alle sapiente mani di Andrea Cinciarini (fratello di Andrea che domenica scorsa ha segnato ben 25 punti in maglia Sutor Montegranaro), reduce da un Europeo in maglia azzurra in Slovenia giocato con grande maturità e sagacia. Il ruolo di guardia titolare è ricoperto  da Troy Bell, ex prima scelta dei Boston Celtics nel Draft Nba del 2003, girovago dei vari campionati europei tra cui l’Acb con la canotta del Real Madrid e le esperienze in Italia con Cremona, Biella e Sant’Antimo in Legadue. Viaggia a 12,7 punti di media e i suoi punti in attacco potrebbero costituire un problema per la retroguardia irpina. Occhi puntati anche su  James “The Flight” White che completa il settore esterni. Si è fatto conoscere col suo atletismo incontenibile nelle precedenti avventure italiane con la Dinamo Sassari e la Scavolini Pesaro (dove è  stato compagno di squadra, tra le altre cose, con Cavaliero). Vincitore di una gara delle schiacciate nell’All Star Game del campionato italiano; minor fortuna ha avuto lo scorso anno in Nba con la maglia dei New York Knicks quando è stato invitato all’All Star Game di Houston. In maglia Grissin Bon sta tirando da tre punti con le migliori percentuali nella sua carriera nel Belpaese (34,4%). Nel corso della stagione la dirigenza guidata da Alessandro Frosini ha deciso di rinforzare la squadra tesserando un veterano col gusto della vittoria che risponde al nome di Rimas Kaukenas. Classe ’77, cinque volte Campione d’Italia con la Montepaschi Siena allenata dall’attuale Ct dell’Italia, Simone Pianigiani. In cinque partite sta facendo registrare percentuali interessanti: 57, 1% da due punti, 41,7 % da tre punti.

Sidigas AvellinoSe Avellino dovrà avere particolare cura della pericolosità offensiva delle guardie reggiane, sottocanestro i “lupi” potranno far valere il maggior tonnellaggio della coppia Ivanov – Thomas, chiamata a neutralizzare il duo Silins – Brunner, con quest’ultimo unico candidato a contrastare la solidità dei lunghi biancoverdi insieme ai 214 centimetri di Riccardo Cervi Non è da escludere che Menetti ricorrere ad un quintetto “di corsa” dove ad affiancare l’ex centro di Montegranaro e Cantù potrebbero trovar spazio il capitano Michele Antonutti che potrebbe aprire il campo col suo tiro mortifero dalla lunga distanza (la passata stagione contro la Scandone  realizzò un 6/7 da tre punti). Completano la panchina il regista di riserva argentino Ariel Filloy e gli italiani Matteo Frassineti e Giovanni Pini.  Direzione di gara affidata ai signori Vicino, Paglialunga e Loguzzo. Prevista la presenza di circa 100 supporters provenienti da Avellino (e non solo) che non faranno mancare il loro sostegno in una serata in cui la Sidigas non potrà fallire il primo obiettivo stagionale.

I precedenti in A tra le due formazioni vede Avellino e Reggio Emilia a quota quattro vittorie ciascuna, con coach Vitucci che ha sempre vinto nelle sue ultime sei sfide contro la formazione emiliana. Il tecnico veneto guida 2-0 le sfide dirette con Max Menetti, coach di Reggio Emilia.  Più curiose le statistiche dei giocatori in campo. Il capitano della Scandone Avellino Valerio Spinelli è a soli 2 assist da Sergio Mastroianni che è a quota 210 al secondo posto della specifica graduatoria nella storia Scandone in Serie A (il primo è Marques Green con 696). Greg Brunner ha una striscia aperta di 6 vittorie contro Avellino (9-4 il bilancio complessivo). 10-1 il bilancio del neo reggiano Rimantas Kaukenas contro Avellino col 62.3% da 2 (43/69) e il 90.9% dalla lunetta (30/33). 12.0 la media rimbalzi di Koko Ivanov l’anno scorso contro Reggio Emilia (bilancio 0-2). Taquan Dean ha 0/10 da 3 punti nelle ultime 2 gare contro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy