Sidigas e quel dilemma chiamato Leunen

Sidigas e quel dilemma chiamato Leunen

La sua esperienza la si è vista a tratta in queste prime sette partite di campionato. Ultimo acquisto in ordine di tempo del mercato biancoverde, Maarten Leunen rappresenta un pò l’emblema di questa Sidigas Avellino che stenta ad ingranare la marcia così come l’ala nativa di Vancouver. La vittoria nel posticipo di Bologna su Sassari colloca la Scandone nel gruppone delle compagini a quattro punti che occupano l’ultima posizione in classifica. La sconfitta di Cantù non ha fatto piacere alla stessa squadra men che meno alla società e all’intero ambiente biancoverde che è andato vicino nell’espugnare un campo storicamente ostico. Contro la sua ex squadra, Leunen ha confermato il non brillante avvio di stagione, dettato un pò dai problemi di forma un pò dall’arrivo soltanto il 13 settembre in Italia. Del talento a disposizione della scelta degli Houston Rockets lo si è visto nella trasferta di Pistoia in cui il numero dieci biancoverde ha realizzato l’unica doppia cifra stagionale: dodici punti  conditi da sette rimbalzi. Proprio quello dei rimbalzi è la statistica in cui Leunen sta dando maggiormente il suo apporto con 6,3 palloni conquistati di media. Meno, invece, è la percentuale dei tre punti in cui sono arrivati soltanto sette centri su ventiquattro tentativi. Ancor più curioso il dato dei tiri da due punti: cinque tentativi. Una descrizione che non fa il paio col giocatore ammirato qualche anno fa a Cantù. Le restanti ventitrè giornate di regular season proveranno a smentire o meno questa riflessione. E’ inutile negare che se in attacco Leunen si affida molto all’esperienza, in difesa qualche problema lo si è notato, in particolar modo contro avversari dotati di maggior atletismo e mobilità, in situazioni di isolamento offensivo o negli aiuti difensivi.  Forte della fiducia dello staff tecnico e della dirigenza, da Brindisi dovrà cambiare (o cominciare per davvero) il vero campionato di “Martino” così come lo chiamano scherzosamente i suoi ex tifosi canturini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy