Sidigas sempre più travolgente: Bonn alza bandiera bianca al Torneo di Hagen

Sidigas sempre più travolgente: Bonn alza bandiera bianca al Torneo di Hagen

Seconda vittoria in tre giorni per la Sidigas Avellino che vince la prima semifinale del Quadrangolare di Hagen. La squadra biancoverde si impone per 88-70 contro il Telekom Bonn, ex squadra di Benas Veikalas.

Sacripanti sperimenta un insolito quintetto base formato da Green e Blums come coppia di guardie, Nunnally in ala piccola e sotto canestro il duo ex canturino composto da Leunen e Buva. L’avvio è di marca teutonica con la squadra di coach Fischer che riesce a mettere il naso avanti sino all’11-6 di un positivo Madrich. I biancoverdi riescono a sistemare le cose, piazzando un minibreak di 9-5 guidato da Leunen che entra immediatamente nel match, avendo l’anno scorso giocato da avversario su questo parquet.  La Scandone, che tira col 4/5 da tre punti ma 2/7 da due punti, riesce a tenere il passo e chiude in svantaggio di una lunghezza il primo quarto (19-18).

Nel secondo quarto Sacripanti concede spazio anche a Riccardo Cervi e all’ex capitano Veikalas. Bonn conserva il controllo dell’incontro sul 28-25 che ricorda ai suoi vecchi tifosi le doti di tiratore da tre punti. Avellino è alle calcagne dei tedeschi che faticano non poco a tenera a bada i lupi che in più di una circostanza registrano un ritardo di un solo punto (37-36) prima che la compagine tricolore riesca a mettere la freccia del sorpasso qualche secondo antecedente il rientro negli spogliatoi (37-39 al 20′).

Nel terzo quarto la Sidigas, un pò come avvenuto con Agropoli, prende le misure agli avversari riuscendo a controllare i tentativi di rimonta ospite che non creeranno problemi ad Acker e soci. Si fa sentire sotto le plance Cervi che scollina sopra la doppia cifra (14 punti al 30′)  dietro ad unon scatenato Taurean Green, pericoloso sia in penetrazione che dalla lunga distanza. Il pivot italiano diventa un vero e proprio fattore col suo 7/9 da due punti.  Dall’altra parte Bonn si aggrappa al solito Madrich.

L’ultimo periodo sale in cattedra Veikalas che firma otto punti, chiudendo tra i quattro in doppia cifra per gli irpini.  Avellino “ammazza” il match rifilando un parziale di 17-5 che manda in archivio anticipatamente il match. Leunen trova un’altra conclusione dai 6,75 metri. Il Telekom scompare definitivamente dal parquet, vittima anche del nervosismo. Si iscrivono a referto anche Ivan Buva e James Nunnally. In campo anche Giovanni Pini (non entrato durante il Trofeo Vito Lepore). Il nativo di Carpi ha giocato 14′ prendendosi un solo tiro.

Sacripanti può sorridere: in Germania è venuto fuori un altro segnale di crescita dal suo team che domani alle ore 17:30 sfiderà la vincente della seconda semifinale (ore 20:00) tra l’Hagen e il Bc Gottingen.

Telekom Bonn: Silas 10, Madrich 16 , Philmore 5 , Lawrence 3 , Koch 7 , Mangold 3, Klimavicius , White 10 , Clarke 7 , McKinney 9. All: Fischer

Sidigas Avellino: Green 23, Leunen 10 , Blums 6, Nunnally 2, Buva 6; Cervi 14 , Acker 9 , Veikalas 16 , Pini, Norcino n.e., Parlato n.e. All. : Sacripanti

Parziali: 19-18, 37-39, 55-57

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy