Sidigas: tramonta la pista Bucchi, nel weekend operatori di mercato a Treviso

Sidigas: tramonta la pista Bucchi, nel weekend operatori di mercato a Treviso

Il lungo ponte di festività è ormai alle spalle. Anche per la Scandone che nelle prossime ore potrebbe accelerare i tempi in merito alle prime pedine da apporre nella costruzione della nuova stagione, essendo il campionato dei biancoverdi finito lo scorso dieci maggio. Quasi un mese fa. Se la tanto paventata figura dirigenziale, la prima novità per la prossima annata, è da scegliere all’interno di una lista di nomi presente sulla scrivania di patron Gianandrea De Cesare, con tanti accostamenti che sono stati effettuati nelle ultime ore al club di contrada Zoccolari, più lontani sembrano i tempi per la definizione del nuovo allenatore che siederà sulla panchina degli irpini. Di fatti la guida tecnica dovrà collaborare in sinergia col nuovo dirigente voluto dalla proprietà e lo stesso Antonello Nevola, attualmente ricoprente la funzione di Direttore Generale. Unione di intenti e stessa filosofia cestistica dovrà accompagnare il lavoro nel corso del mercato estivo ormai giunto alle porte sebbene i vari campionati siano entrati nel clou con la disputa delle semifinali playoff. Un dato certo sembra essercene almeno uno in questo rincorrersi di voci. Nella rosa dei coach in corsa per la panchina alla Sidigas Avellino non ci sarà con ogni probabilità coach Piero Bucchi. L’allenatore bolognese, il cui nome è stato più volte accostato nelle scorse settimane a quello di Avellino, ha ribadito la sua ferma volontà di restare per un altro anno a Brindisi con cui è vincolato da un altro anno di contratto. “Sarà la mia quinta stagione a Brindisi. È un record del quale vado orgoglioso, un primato che intendo custodire gelosamente.” – ha dichiarato il diretto interessato in un’intervista odierna alla Gazzetta dello Sport, sgombrando così il campo dalle indiscrezioni che lo volevano partente dalla Puglia dove si sta programmando un nuovo accordo di partnership con lo sponsor Enel. Dove sembra certo un ridimensionamento del budget, parola che va di moda anche dalle parti del monte Partenio, è a Cantù dove non è scontata la permanenza di coach Pino Sacripanti. L’ex trainer di Caserta incontrerà la dirigenza per discutere del futuro. I tempi, secondo quanto si dice in Brianza, saranno rapidi perché da sabato 6 giugno a domenica 8 giugno alla Ghirada di Treviso ci sarà l’Adidas Eurocamp, una kermesse in cui i migliori talenti under 23 europei si mettono in vetrina alla presenza di procuratori, allenatori e dirigenti. Un appuntamento che Avellino seguirà con l’incognita di non aver scelto colui che dovrà occuparsi più nello specifico del mercato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy