Torneo Città di Taranto: Nunnally e Buva stendono la Fortitudo, Sacripanti: “La squadra ha avuto pazienza”

Torneo Città di Taranto: Nunnally e Buva stendono la Fortitudo, Sacripanti: “La squadra ha avuto pazienza”

Arriva il riscatto per la Sidigas Avellino che nella finale per il 3° posto del Torneo Città di Taranto supera per 59- 44  la Fortitudo Bologna allenata dall’ex Matteo Boniciolli (il suo nome è legato alla vittoria della Coppa Italia della Scandone nel 2008). Dopo l’opaca prestazione nella semifinale contro la Juve Caserta, il team biancoverde ha giocato una gara decisamente diversa da quella disputata ventiquattro ore prima. 11 punti a testa di Nunnally e Buva.

La Sidigas parte forte con la coppia americana Nunnally – Acker che firma i primi cinque punti della sfida. I felsinei replicano con Sorrentino che sblocca il punteggio. Cervi scrive a referto il settimo punto degli avellinesi ma una tripla di Raucci obbliga la Sidigas a ricostruire tutto il proprio vantaggio. Entra in gara anche Veikalas che dalla lunetta fissa il punteggio sull’11-15 al termine del primo quarto.  Nella frazione successiva Green si rende pericoloso dalla media distanza ma la Fortitudo aumenta di giri in attacco, colpendo dalla lunga distanza con 6,75 metri e poco dopo con la schiacciata di Quaglia che vale il primo sorpasso dell’Aquila. Buva e Severini sistemano le cose per la Scandone. Il lungo croato scalda la mano dall’arco dei tre punti . L’ex senese Carraretto risponde presente ma Green chiude il primo tempo con quattro punti consecutivi che valgono il 23-27 del primo tempo.  L’arresto e tiro di Veikalas inaugura la seconda fase dell’incontro  (23-29 al 21′). Avellino vive un buon momento dal punto di vista realizzativo e aggiorna a + 10 il massimo vantaggio con due canestri in area di Leunen (23-33).  La tripla di Candi prova a tenere aggrappata Bologna al match. Nunnally si erge a protagonista dei minuti finali con sette punti in un amen (compreso un gioco da quattro punti) che manda in archivio il match con dieci minuti di anticipo. Nel quarto periodo i romagnoli cercano di ricucire lo strappo ma la Sidigas amministra bene il vantaggio. Pini regala il + 16 con un canestro e fallo conquistato. Nelle fila fortitudine Montano è l’ultimo ad arrendersi. Il 2/2 dalla linea della carità di Veikalas chiude l’incontro.

“Sono abbastanza contento abbiamo avuto pazienza, siiamo molto in dietro, abbiamo fatto 2 settimane di lavoro, bisogna avere molta pazienza e volontà e pareggiare tutti i giocatori allo stesso grado di atletismo.” Queste parole a fine gara di coach Sacripanti al portale Goldwebtv.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy