Torneo di Viareggio – L’ombra del calcioscommesse, l’appello degli organizzatori contro le scommesse sul torneo

Torneo di Viareggio – L’ombra del calcioscommesse, l’appello degli organizzatori contro le scommesse sul torneo

Le scommesse rischiano di rovinare anche il Torneo di Viareggio

di Redazione Sport Avellino

Nemmeno il Torneo di Viareggio, storico torneo giovanile di calcio, rimane esente dall’ombra del calcioscommesse. Una piaga che distrugge l’immagine di questo sport, con il pubblico sempre più convinto che tante partite siano influenzate da flussi esterni al terreno di gioco. “Sospendete immediatamente le scommesse” è l’appello lanciato dagli stessi organizzatori della Viareggio Cup. Negli ultimi giorni ha tenuto banco la notizia di un flusso anomala di scommesse legato alle partite disputate dalla Dinamo Tibilisi, ad evidenziarlo è stata la Federbet, istituto a capo che contrasta il match fixing. Nel mirino degli investigatori i match disputati dai georgiani che hanno perso 7-1 con il Torino, 4-1 contro l’Atletico Paranaense e 5-1 contro il Rieti.

In tutti questi match un flusso strano di scommesse, proveniente dall’Est Europa e dalla Cina,  ha interessatole sconfitte della Dinamo con l’handicap (con almeno due gol di scarto) e sull’over (più di due reti segnate in totale), tutte puntante avvenute nei minuti finali della gara, dove ha visto la Dinamo Tibilisi subire diversi goal. Alessandro Palagi, organizzatore della manifestazione, scoperto il flusso anomalo, ha contattato subito i Monopoli di Stato chiedendo di sospendere immediatamente le scommesse sul torneo.

Queste le sue dichiarazioni: “In attesa di verificare la possibiltà di fermare le scommesse a manifestazione in corso, abbiamo chiesto ai Monopoli – ha dichiarato Palagi – di sospendere le puntate sulle partite sulla Viareggio Cup maschile e sul torneo femminile. Noi vogliamo che questa manifestazione giovanile sia schermata dalle scommesse: se non sarà possibile farlo nell’immediato, faremo di tutto per riuscirci nel 2020. Si tratta di una battaglia a difesa e tutela del calcio giovanile che portiamo avanti da tempo”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy