Verso il derby, Tommaso D’Angelo: “Tesser sinonimo di garanzia, lupi favoriti ma l’Arechi farà la sua parte”

Verso il derby, Tommaso D’Angelo: “Tesser sinonimo di garanzia, lupi favoriti ma l’Arechi farà la sua parte”

Il gran giorno è dietro l’angolo. Domenica sarà derby dopo sei anni di lunga. Salernitana ed Avellino si stanno avvicinando a questo grande appuntamento col sogno di sbancare l’Arechi dopo oltre quarant’anni dall’ultima volta. Ad opporsi sarà la Salernitana di mister Vincenzo Torrente alle prese col caso Frison ma uscita rinforzata in attacco dall’ultima sessione di mercato. Obiettivo vincere ed esaltare la platea granata.  “In questo momento vedo favorito l’Avellino – afferma Tommaso D’Angelo, già telecronista e radiocronista della squadra granata oltre ad essere profondo conoscitore delle vicende della Salernitana.  Il perchè di questa espressione è presto giustificata: “Gli irpini arrivano meglio a questo appuntamento  dopo aver lavorato da circa un mese con questo gruppo. Un fattore da non sottovalutare. Tesser è uno specialista per la serie B. Le sue idee tattiche hanno sempre dato i suoi frutti. Operare su un gruppo che vedeva già delle conferme della stagione precedente rappresenta un ottimo viatico.” Passando ai padroni di casa, D’Angelo è curioso di vedere all’opera la squadra coi nuovi arrivi dal mercato: “La Salernitana è stata protagonista di una piccola rivoluzione e sono curioso di vedere come se si comporterà in campo. Coda e Donnarumma, che potrebbero debuttare già nel derby, sono degli ottimi acquisti. Mi incuriosisce capire quale sarà l’apporto di questi due che potrebbero trovare, a mio avviso, qualche difficoltà nel 4-3-3 di Torrente mentre nel 4-3-1-2 sarebbero maggiormente efficaci.”  L’ex giornalista anche di Telecolore si aspetta da Gabbionetta e compagni  di vedere quel gioco di squadra non visto nello scorso campionato: “Avevamo una rosa in cui a fare la differenza erano stati i singoli ma non c’era una filosofia di gioco”. Chiaro riferimento all’ex allenatore Leonardo Menichini mandato via dopo la promozione dalla Lega Pro: “Quando hai i nomi ma non produci quanto ti viene richiesto e rischi di perdere contro chi è meno forte di te, è giusto andare via e puntare su un’altra persona.” Prossimo all’arrivo è l’ex portiere dei lupi Pietro Terracciano: “Mi dicono che la società sia vicina alla chiusura dell’accordo.” Su Francesco Lodi invece dice: “E’ molto più funzionale per la filosofia di Torrente, sarebbe un gran colpo”.  D’Angelo scommette su un calciatore in particolare: “Gabbionetta è uno di quei calciatori che possono fare tanto la differenza con le sue giocate tanto può restare un elemento anonimo.”  Sull’atmosfera che caratterizzerà l’Arechi: “Mi auguro che sia una festa di civiltà sugli spalti e condita dalla passione delle due tifoserie oltre allo spettacolo sul terreno di gioco.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy