Vitucci: “Rivisto il giusto spirito. Goldwire è una certezza”

Vitucci: “Rivisto il giusto spirito. Goldwire è una certezza”

La nuova versione della Sidigas Avellino non ha deluso le attese della vigilia. E Frank Vitucci può tirare finalmente un sospiro di sollievo: «Questa nuova versione della squadra è riuscita ad interrompere una serie negativa di risultati e le performance di scarso livello. Si è vista quella determinazione e volontà di ritornare a vincere dopo lungo tempo. Difensivamente abbiamo tenuto bene Venezia, contenendo la squadra che ha segnato cento e novantacinque punti nelle ultime due uscite. È stato limitato  bene anche lo stesso Vujacic che tutti conosciamo le sue qualità. Nelle difficoltà – sottolinea il tecnico della Scandone – siamo riusciti a far canestro con tutti i giocatori. La cooperazione difensiva, la presenza a rimbalzo ci ha premiato e abbiamo vinto con merito».  Vitucci ribadisce come l’ottima prova della sua squadra sia anche ma non solo frutto della sterzata data in settimana dalla dirigenza di contrada Zoccolari: «La presenza di De Cesare la sentiamo anche se non è presente fisicamente. Questa settimana si è dato un segnale di coesione e  grande volontà di far bene. Andiamo nella stessa direzione e avevamo bisogno di una inezione di energia con giocatori che dessero una spinta in più ad un motore che sembrava essersi fermato. Siamo stati abili da questo punto di vista. La società è stata rapida nel firmare un giocatore dalle grandi affidabilità come Goldwire ed uno come Achara bravo ad inserirsi subito nel contesto di squadra». Il coach mette le mani avanti su un arrivo qualche mese fa di questi due atleti: «Avevamo contato sull’apporto di un giocatore come Foster. Il suo innesto doveva darci qualcosa ma ciò non è arrivato. E ciò ci ha sorpreso molto visto che si tratta di un cestista di esperienza e non di certo sconosciuto».  L’ex tecnico di Varese fa i complimenti al quintetto: «Hanno offerto un’ottima prestazione e duna prova di grande sostanza. Ivanov, ad esempio, non sapevamo se oggi (ieri ndr) sarebbe potuto entrare. Hayes ha confermato i progressi dell’ultimo periodo.  Lakovic ha avuto un problema al bicipite femorale: valuteremo le sue condizioni nella giornata di domani (oggi ndr)». Il non impiego di Nikola Dragovic non è passato inosservato: «In settimana vedremo il da farsi».
Vitucci, inoltre,  parla anche di Dean e Richardson, ancora sotto contratto col club biancoverde ma che «Hanno lasciato Avellino da qualche giorno».  E spende anche due parole proprio su Leemire Goldwire: « Ha dimostrato di avere tanta personalità. Ha gestito bene la fase di regia nei minuti finali. Era molto nervoso nel primo tempo e l’ho esortato a giocare con più tranquillità. Da lui e Achara non potevamo aspettarci di più. Nelle prossime partite non potranno che crescere ulteriormente».
Da veneziano ha superato la squadra della sua città nel giorno in cui le due tifoserie, strette da un gemellaggio, hanno trascorso insieme la giornata in quel di Tufo: « Ero tentato anche io dal prendervi parte. Conosco bene i ragazzi dell’una e dell’altra parte ma ho preferito concentrarmi sulla partita».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy