“Vogliamo essere la sorpresa del prossimo campionato”

“Vogliamo essere la sorpresa del prossimo campionato”

Sandro Abate, parla Comella: “Cerchiamo degli innesti per rinforzare questo gruppo”

Abbiamo già parlato della promozione della Five Soccer Sandro Abate ma non vi abbiamo parlato del condottiero principale, colui che è riuscito a portare al primo anno la promozione. Non è mai facile iniziare con il piede giusto. E’ più difficile riuscirci al primo anno di esistenza di squadra e società. Grossi meriti oltre alla dirigenza con a capo Emiliano Marzullo, vanno tutti al mister Vinicio Comella che è riuscito in questa grande impresa, riuscendo a costruire una squadra che sin dalla prima gara ha sempre giocato alla pari di tutte, dimostrandosi superiore in tecnica, esperienza e voglia di vincere. Il mister è riuscito a creare un giusto equilibrio tra giocatori di esperienza come il capitano Massimo Abate e giovani promettenti come Sabatino D’Argenio e Cristian Testa così da creare una macchina perfetta.

Mister Vinicio Comella in poche parole come giudica questa annata ?

“E’ stata meravigliosa, entusiasmante, sofferta, voluta fortemente e ottenuta meritatamente.”

Quali sono i progetti futuri e gli obbiettivi per la prossima stagione ?

“Ho un grandissimo gruppo e puntiamo a consolidarci in una nuova realtà come la C2. Non vogliamo assolutamente sfigurare ma abbiamo la consapevolezza di voler essere la mina vagante per tutti i nostri avversari e in casa cercheremo di dar filo da torcere a tutti.”

Dal punto di vista del mercato siete molto attivi e avete già chiuso per Luigi Milito; c’è qualche altro reparto da rinforzare o vi ritenete già soddisfatti?

“Abbiamo idee chiarissime sul mercato e abbiamo già individuato dove intervenire. Sarà aggiunto sicuramente alla rosa qualche uomo di esperienza che, come Milito e Massimo Abate (capitano della squadra), possa trainare questo gruppo di giovani campioni verso successi sempre più importanti. La nostra attenzione sarà sicuramente rivolta ad elementi assetati e affamati di successo come me che sono il loro mister.”

Qual è stato il momento chiave e più bello di questa stagione?

“Senza dubbio la partita di Cerreto: ambiente caldissimo in cui abbiamo dimostrato di essere una grandissima squadra. Siamo usciti indenni dalla partita senza mollare mai un centimetro e credendoci sempre. Credo che lì abbiamo dato un segnale forte a tutti che volevamo la Promozione. In realtà noi ci abbiamo sempre creduto fin dall’inizio del nostro percorso creando un forte legame tra squadra, società e tifosi.”

L’anno prossimo insieme a voi dovrebbe essere presente anche il Cus Avellino, cosa ne pensate?

“Sarà affascinante confrontarsi con una squadra irpina come il Real Cesinali, il Montella o il Cus Avellino visti gli anni di militanza in queste categorie da parte della società di Lanzetta. Mi auguro di avere sempre più derby in categorie diverse dalla C2 fino ad arrivare a categorie superiori. Vi lascio con un’unica frase “Forza Sandro Abate”.

 

0 commenti

Recupera Password

accettazione privacy