Pallavolo – L’Acca Montella vince ancora: Aprilia cade al tie break

Pallavolo – L’Acca Montella vince ancora: Aprilia cade al tie break

Altra buona prova della Ventura, bene Piscopo e Diomede

Commenta per primo!

Acca Montella – 3
Giò Volley Aprilia – 2
(27-25);(22-25);(23-25):(25-19);(15-12)

Acca Montella: Ventura 18, Boccia 11, Mauriello 17, Piscopo 18, Diomede 14, Saveriano 3, Devetag, Giacomel (L). Non entrate: Negro, Maffei, Granese, Zonta, Cione. Allenatore: Guadalupi.
Giò Volley Aprilia: Corvese 19, Kranner 11, Gatto 4, Liguori 11, Guidozzi 6, Gioia 31, Lorenzini (L). Non entrate: Borelli. Allenatore: Federici.

Note. Durata set: 30’;29’;30’;44’;15’

Vittoria, la quinta consecutiva, per l’Acca Montella di coach Guadalupi, che dopo 2 ore e 28 minuti ha fatto suo il match contro la Giò Volley Aprilia.

Una gara spettacolare tra due squadre toste che hanno messo in campo grande ardore e tenacia dando vita a un incontro equilibrato ed intenso, giocato alla pari dall’inizio alla fine.
Primo set un po’ sottotono per entrambe le squadre che inizialmente faticano a trovare il giusto ritmo; gara che si accende sul finire quando Aprilia ha una grossa chance per chiudere il set a proprio favore, due set ball sul (22-24) non sfruttati e così la spunta l’Acca ai vantaggi (27-25).
Intanto la bufera di neve che sta investendo l’Irpinia non accenna a placarsi così come il vigore delle due squadre in campo; le ragazze sentono l’importanza del match e nessuno ci sta a perdere. Secondo set che ricalca in parte l’andamento del primo, si lotta su ogni pallone, la gara procede punto a punto fino al break dell’Acca (16-11), un margine non amministrato al meglio anche grazie alle giocate di Aprilia che non perde mai la testa e chiude a proprio favore, dopo una rimonta iniziata da metà parziale, sul (22-25).
Dal terzo parziale cambia il registro dell’incontro, il livello e il ritmo di gioco è diverso, e il sestetto pontino, rinvigorito dopo un avvio di gara un po’ incerto, riesce a rispondere con sempre più convinzione agli attacchi portati dalle giallonere padroni di casa. Coach Federici ci crede e così anche le sue ragazze, che vanno forte in attacco con l’esperta Corvese a guidare l’attacco. L’Acca Montella resta sempre in partita, anche grazie a una Piscopo in grande spolvero, autrice di una grande gara, ma in volata è Aprilia fare suo il parziale, ribaltando il conto dei set. Duro colpo per il sestetto montellese che però non perde la bussola e segue le indicazioni del suo tecnico. La grinta della solita Diomede trascina il gruppo e le giallonere danno subito l’impressione di poter ricucire lo strappo con le laziali. Ventura e Mauriello scaricano a terra ogni pallone servito dalla regista piemontese Francesca Saveriano e il quarto set va in archivio senza troppe difficoltà. Da segnalare un’interruzione del gioco di quindici minuti, sul (22-17), a causa di un blackout che ha mandato in tilt l’impianto di illuminazione del palazzetto. Si va al tie-break con le padroni di casa cariche a mille, determinate a chiudere le ostilità a proprio favore. Partenza decisa, che fa la differenza, con le ospiti costrette a inseguire guidate dagli attacchi di Gioia. L’Acca però ha più cattiveria e non sbaglia più nulla, il martello partenopeo Maria Boccia, con un dito lussato stringe i denti e sull’ultimo attacco di Alessandra Ventura, l’Acca può esultare. Un successo meritato e importante che consente alle ragazze di coach Guadalupi di restare attaccate al gruppo di testa a quattro punti dal primo posto e in piena zona playoff. Decima gara consecutiva a punti e un ruolino di marcia di tutto rispetto per un gruppo che ha voglia di dimostrare la propria forza e continuare a dire la sua.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy