All-In #CarpiAvellino: è il momento della verità, è il momento di Castaldo

All-In #CarpiAvellino: è il momento della verità, è il momento di Castaldo

A cinque giornate dal termine del campionato, la corsa salvezza dell’Avellino entra definitivamente nel vivo

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

Il momento della verità. A cinque giornate dal termine del campionato, la corsa salvezza dell’Avellino entra definitivamente nel vivo. I lupi, finiti ad un solo punto dalla retrocessione in seguito al doppio ko con Frosinone e Palermo, hanno bisogno di punti pesanti per avvicinarsi con maggiore tranquillità ai delicati scontri diretti. La squadra di Foscarini cercherà questi punti nella trasferta di Carpi. Contro una formazione, quella allenata da Calabro, che dopo aver a lungo sperato nei playoff sembra non dover chiedere più nulla al campionato. Al di là del momento e del valore dell’avversario, la sensazione è che in casa Avellino si sia percepita a tutti i livelli (società, squadra e tifosi) l’importanza capitale della sfida del “Cabassi”. In Emilia l’Avellino ci andrà per vincere. La consapevolezza è forte. E la voglia non è da meno. Il clima di unione e compattezza respiratosi ieri al “Partenio” non si vedeva da tempo.C’è una salvezza da conquistare. Tutti insieme.

Nonostante l’emergenza infortuni che continua a tormentare la stagione dei biancoverdi, in settimana Foscarini ha lavorato con grande concentrazione per rimediare agli errori visti nelle ultime due gare e per trovare la formazione giusta per tentare l’exploit in Emilia. Davanti a Lezzerini potrebbe esserci la linea a 4 composta da Laverone, Ngawa, Migliorini e Marchizza. A centrocampo spazio a Molina e Vajushi sugli esterni, con De Risio e Di Tacchio in mezzo. In attacco al fianco di Ardemagni (in vantaggio su Asencio) ci sarà il rientrante Gigi Castaldo. Foscarini è lieto di abbracciare di nuovo il numero 10, sempre decisivo nei momenti chiave della stagione. Quando c’è da tirar fuori le castagne del fuoco, Castaldo non si tira indietro. Ma è anzi capace di trascinare i compagni e di segnare reti pesantissime. Come due anni fa a Vercelli, quando contro la Pro allenata proprio da Foscarini, realizzò un gol fondamentale per la salvezza finale. O come contro il Latina, nella scorsa stagione, quando il suo guizzo fece esplodere il “Partenio”. Quando l’Avellino è in pericolo, Castaldo veste i panni della Provvidenza e porta in salvo i suoi. A Carpi è il momento della verità, è il momento di Gigi Castaldo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy