All-In #TernanaAvellino: sulle ali di Bidaoui

All-In #TernanaAvellino: sulle ali di Bidaoui

L’ora della vittoria. Dopo aver raccolto due punti nelle ultime quattro gare, l’Avellino è chiamato a ritrovare i tre punti nella trasferta di Terni

L’ora della vittoria. Dopo aver raccolto due punti nelle ultime quattro gare, l’Avellino è chiamato a ritrovare i tre punti nella trasferta di Terni. Sarà uno scontro diretto dalla posta in palio altissima. Vincere al Liberati, dove i biancoverdi non hanno mai perso dal ritorno in B (2 pareggi, 1 vittoria), sarebbe importantissimo per la propria classifica e per affossare definitivamente le speranza salvezza delle Fere. Gli umbri, infatti, stanno attraversando un periodo davvero difficile. La Ternana segna poco e concede molto. Basti pensare che nelle ultime quattro gare casalinghe sono arrivate tre sconfitte (Perugia, Latina, Pro Vercelli) e una sola vittoria contro il Trapani, arrivata all’esordio di Liverani sulla panchina umbra. Trapani a parte, però, è proprio il rendimento contro le dirette concorrenti che lascia a desiderare. I rossoverdi, ultimi con 26 punti, ne hanno raccolti appena 12 con le squadre che occupano la parte destra della classifica. Ecco perché l’Avellino non dovrà accontentarsi del pareggio e dovrà cercare di piazzare il terzo acuto stagionale lontano dal Partenio. Nonostante le assenze di Radunovic (impegnato in Nazionale) e Moretti (infortunato), Novellino può tutto sommato sorridere. Paghera è recuperato, Lasik rientra dalla squalifica. E la gara con il Novara è servita al tecnico per capire di avere altre frecce nel proprio arco. Frecce come Soufiane Bidaoui. Non è stata sin qui una stagione facile per l’esterno marocchino. Tra infortuni e incomprensioni tattiche, Bidaoui era finito nel dimenticatoio. Poi il lento recupero, connotato da serietà e professionalità, tra le fila della Primavera. E infine i 23′ in campo contro il Novara. Ventitré minuti macchiati da un’occasione sprecata appena entrato, ma pieni di vivacità, tecnica e velocità. Sulla fascia Bidaoui può far male. Specie a partita in corso, specie in trasferta. Ecco perché Novellino lancerà Belloni, anche lui entrato bene con il Novara dopo un periodo di appannamento, dal 1′. Nella ripresa però toccherà di nuovo a Bidaoui. Con la sua freschezza e la sua innata capacità nell’uno contro uno e nel creare la superiorità numerica, il numero 26 biancoverde potrebbe davvero far saltare il banco. E regalare così un successo prezioso, preziosissimo, alla sua squadra.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy