[AMARCORD] 23 marzo 2003 – Pescara 1-2 Avellino: Molino e Biancolino lanciarono i lupi verso la Serie B

[AMARCORD] 23 marzo 2003 – Pescara 1-2 Avellino: Molino e Biancolino lanciarono i lupi verso la Serie B

Riviviamo quella emozionante gara di Serie C che sancì quasi la promozione dei lupi in cadetteria

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Torna la nostra rubrica amarcord e oggi la dedichiamo ad un’impresa dei lupi in Serie C. Era il 23 marzo 2003, l’Avellino di Vullo stava lottando punto a punto con il Pescara per il primo posto e il ritorno in Serie B. Quel 23 marzo all’Adriatico di Pescara, arriva lo scontro diretto tra i lupi e i delfini. L’Avellino ha due punti di vantaggio sui padroni di casa che vogliono il sorpasso in classifica e la B diretta, senza passare per i playoff.

In un Adriatico stracolmo, massiccia anche la presenza dei tifosi irpini per spingere l’Avellino all’impresa e a staccare gli abruzzesi per tornare nella cadetteria che manca dal 1996.

E l’Avellino gioca la gara perfetta. Una partita strepitosa dei lupi, che battono la squadra di Iaconi 2-1. Dopo 5 minuti è Molino, nel giorno del suo compleanno a portare in vantaggio l’Avellino. Una serie di batti e ribatti al limite dell’area pescarese, un paio di lisci, palla che arriva al drago che salta il portiere Santarelli e insacca l’1-0 dei lupi. Esultanza poi vicino alla bandierina, togliendosi la maglia e mettendola sulla bandierina del corner. E’ un grande Avellino. Tifosi di casa ammutoliti. Sul finire del primo tempo arriva la doccia gelata per gli abruzzesi col 2-0 dell’Avellino. Il marcatore è il pitone, Biancolino. L’attaccante di Capodichino sfrutta un 1-2 con Cinelli, che lo lancia in porta in una difesa di casa che era a spasso, e insacca di sinistro per il 2-0. Il pitone aveva una fasciatura al capo che nell’esultanza si strappò per la gioia.

Il Pescara è annichilito. L’Avellino nella ripresa potrebbe dilagare e chiudere la partita, ma non trova il 3-0. Si sveglia invece il Pescara con Federico Giampaolo che all’88‘ dona speranze ai suoi. Sono 5 minuti finali di fuoco, il Pescara, pessimo per tutta la gara, ci prova, più con la forza della disperazione che per altro, l’Avellino arretra, soffre ma vince. Parapiglia e nervosismo nel finale, vista l’importanza della posta in palio. Il successo per 2-1 consente alla squadra di Vullo di volare a +5 sul Pescara a 6 giornate dalla fine.

Sembra fatta per la Serie B, ma l’Avellino ha un calendario ostico, e nelle successive 3 gare arriva una sconfitta a Teramo e un pareggio 0-0 a L’Aquila, proprio in Abruzzo, che favoriscono in qualche modo i corregionali del Pescara che aggancia i lupi. Avellino che vincerà però le ultime due, per festeggiare a Crotone il ritorno in Serie B, con un gol di Marra. Si fa festa nonostante l’arrivo a pari punti con il Pescara, che però era indietro negli scontri diretti. Quella gara del 23 marzo 2003, sancì di fatto, la promozione.

TABELLINO

Pescara 1-2 Avellino            Serie C1, Gir. B 2002/2003, 23 marzo 2003

MARCATORI: 5′ Molino (AV), 45′ Biancolino (AV), 88′ Giampaolo (P).

Pescara: Santarelli, Nicoletto, Micolucci, Rossi, Sbrizzo, Bonfanti, Croce, Giampaolo, Marziano, Palladino, Cecchini. All. Ivo Iaconi.

Avellino: Cecere, Di Sauro, Ignoffo, Puleo, Vastola, Capparella, Cinelli, De Simone, Marra, Biancolino, Molino. All. Salvatore Vullo.

Stadio: Adriatico di Pescara. 10.000 spettatori circa.

Qui il video di quella vittoria

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy